1

A Varese nascerá il nuovo Centro Antiviolenza nella sede ‘Casa della nutrice’. Assessore Locatelli: ”Progetto importante”

VARESE, 5 ottobre 2022-Un progetto importante che condividiamo pienamente, consapevoli di quanto utili e necessarie siano tutte le azioni che vanno nella direzione di prevenire e contrastare ogni forma di violenza contro le donne”.

Lo ha detto Alessandra Locatelli, assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, nel corso della conferenza stampa riguardante il percorso per la realizzazione nuovo Centro Antiviolenza attivato nella sede della ‘Casa della Nutrice’ di Varese, in collaborazione con la Fondazione ‘Felicita Morandi’, e la stesura di un protocollo tra Procura di Varese e Asst Sette Laghi che descrive le modalità di presa in carico delle vittime di violenza di genere e domestica in tutti i Pronto Soccorso dell’Asst.

“Regione Lombardia – ha commentato l’assessore Locatelli – da tempo propone politiche di contrasto alla violenza contro le donne, contando su un totale di 27 Reti che costituiscono l’interlocutore privilegiato attraverso cui si snoda la programmazione territoriale regionale, di 54 Centri Antiviolenza e 125 tra Case Rifugio e Case di accoglienza”.

“La collaborazione costante con altre realtà presenti sui territori – ha continuato – è di fondamentale importanza per garantire risposte certe alle donne vittime di violenza e sempre più spesso anche ai figli minori spesso coinvolti in questi drammi”. “Iniziative come quella presentata oggi sono fondamentali per agire concretamente, ampliare servizi e punti di riferimento, fare rete e diffondere buone pratiche”.

“Per questo motivo – ha detto l’assessore – ringrazio a nome mio e di Regione Lombardia tutti coloro che quotidianamente dedicano il loro tempo e sacrificano anche la loro vita privata per rispondere alle chiamate, ascoltare ed accogliere le donne che si rivolgono ai diversi sportelli e riescono a creare per ognuna percorsi protetti e di sostegno anche morale”. “Regione Lombardia – ha concluso l’assessore Locatelli – continuerà a sostenere e ad incrementare i finanziamenti dedicati all’eliminazione della violenza contro le donne e a sostenere politiche di azione condivise, sempre più efficaci e sempre più attente a non lasciare indietro nessuna”




Flavio Villani giovedí ospite alla Libreria degli Asinelli: evento fuori festival Nord in Giallo

VARESE, 5 ottobre 2022-Nell’ambtio della priuma edizione del Festival Nord in Giallo (primo appuntamento domenica 9 ottobre Salone Estense) per gli eventi fuori festival alla Libreria degli Asinelli, giovedí 6 ottobre (dalle orre 18) sará ospite Flavio Villani, autore che presenterà al pubblico la recente prova narrativa, La banda degli uomini (Neri Pozza, 2021) è anche conosciuto per i romanzi, successo di pubblico e di critica, Il nome del padre e Nel peggiore dei modi.

Flavio Villani sarà intervistato da Emiliano Bezzon.

La prenotazione è, per ragioni organizzative, gradita ma non necessaria. Potete confermare, se lo desiderate, la vostra presenza anche via WhatsApp, al numero:
(+39) 348 071 30 75.

L’ingresso è libero.




Bolletta da quasi due milioni di euro. Imprenditore varesino si rivolge al Prefetto che scrive una lettera a Draghi

VARESE, 5 ottobre 2022-Costi per l’energia da circa 960 mila euro del 2021a quasi 2 milioni e mezzo di euro nel 2022.

È il prospetto presentato ieri al Prefetto di Varese, Salvatore Pasquariello, da un imprenditore della provincia di Varese, che si occupa della fusione di ghisa per l’industria elettromeccanica, automobilistica, meccanica ed edilizia.

Lo ha reso noto il Prefetto, il quale oggi ha scritto al premier Mario Draghi. “Alla richiesta di rateizzazione della somma presentata al fornitore di energia elettrica”, ha detto Pasquariello, all’imprenditore “è stato risposto che dovrà corrispondere l’intera somma in 30 giorni, pena la sospensione della fornitura”.
Nel caso di sospensione della fornitura, ha dichiarato Pasquariello, per motivi tecnici “sarebbero necessari almeno dieci giorni per la messa in sicurezza dell’impianto,

Il sindaco Galimberti con il Prefetto Pasquariello

onde evitare eventi pericolosi quali scoppi, esplosioni e incendi, per i quali l’imprenditore vorrebbe essere sollevato da ogni responsabilità”. La situazione “paradossale”, ha proseguito il prefetto di Varese, “è che in presenza di un buon livello di ordinativi e commesse, si contrappongono notevoli difficoltà sia con le materie prime, a causa di aumenti di costi insostenibili e per i trasporti internazionali, sia con l’acquisizione di fonti energetiche”.
L’imprenditore, ha aggiunto il prefetto “su questo fronte auspica che da parte del Governo possano essere da subito adottate azioni di sensibilizzazione nei confronti dei fornitori, che sono spesso grandi soggetti, in qualche caso partecipati dallo Stato”. Infine, ha concluso, “i fornitori potrebbero prendere in considerazione una rinegoziazione dei tempi di pagamento, per permettere alle imprese di riacquisire un equilibrio finanziario”.




Controlli nei boschi dello spaccio al Parco Pineta. Controllate 200 persone e smantellati alcuni bivacchi

TRADATE, 5 ottobre 2022-Nei giorni scorsi, infatti, personale della Squadra Mobile della Questura con il concorso del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia di Milano, dei Carabinieri della Tenenza di Tradate, dei cinofili antidroga della Guardia di Finanza di Malpensa e delle Polizie Locali di Venegono Superiore, Venegono Inferiore e Tradate hanno effettuato mirati controlli nei pressi dell’area del Parco Pineta finalizzati all’individuazione di soggetti dediti allo spaccio di droga.
Le operazioni hanno permesso di identificare complessivamente più di 200 persone

Uno dei bivacchi usati da spacciatori

di cui 40 con precedenti di polizia, individuare e smantellare alcuni bivacchi con il rinvenimento di diverso materiale utilizzato per l’attività illecita e sequestrare complessivamente circa 200 grammi di sostanza stupefacente tra hashish ed eroina occultata all’interno di un marsupio.
Sempre nei giorni scorsi, sono stati intensificati i controlli nelle aree limitrofe alle stazioni ferroviarie di Varese. Le pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, con il concorso del Reparto Prevenzione Crimine di Milano hanno
effettuato mirati controlli finalizzati a contrastare il bivacco e l’abuso di sostanze alcoliche da parte di soggetti gravitanti nei pressi dei sedimi ferroviari.

Durante l’attività sono state identificate circa 60 persone di cui una decina con precedenti, senza rilevare particolari criticità.




Incidente sul lavoro a Como. Paolo Capone, Leader UGL: “E’ emergenza nazionale”

COMO, 5 ottobre 2022-La piaga degli infortuni mortali sul lavoro non accenna a diminuire. Impressiona il drammatico incidente che ha coinvolto un operaio di 40 anni, morto sepolto a causa del cedimento del terreno durante i lavori di scavo su una strada a Colverde, tra Appiano Gentile e Como.

A nome dell’UGL esprimo il cordoglio alla famiglia. Siamo di fronte ad una strage sul lavoro inaccettabile per un Paese avanzato. Servono interventi immediati per incrementare l’organico degli ispettori e rafforzare i controlli a partire dai settori in cui è più elevato il rischio infortuni. La sicurezza sul lavoro è una vera e propria emergenza nazionale, pertanto, occorrono investimenti senza precedenti sulla formazione e sulla prevenzione per impedire simili tragedie. Con la manifestazione ‘Lavorare per vivere’ l’UGL intende portare all’attenzione dell’opinione pubblica e del Governo il drammatico fenomeno delle cosiddette ‘morti bianche’”. Lo ha dichiarato in una nota Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito all’incidente sul lavoro avvenuto a Colverde, tra Appiano Gentile e Como, in cui ha perso la vita un operaio di 40 anni, morto sepolto a causa del cedimento del terreno.




Nord in Giallo, nelle librerie della città quattro incontri fuori festival dedicati agli autori noir

VARESE, 5 ottobre 2022-Nord in giallo, la rassegna varesina dedicata alla narrativa noir contemporanea, estende il suo programma con un fuori festival che prende il via dalle librerie della città. Sono quattro gli incontri che vedono protagonisti altrettanti scrittori del panorama noir contemporaneo.
Primo appuntamento per giovedì 6 ottobre alle 18.00 nella Libreria degli asinelli, in via Bagaini, con Flavio Villani, che presenterà il romanzo La banda degli uomini, edito da Neri Pozza.
Il secondo incontro sarà invece alla Libreria Ubik di piazza Podestà: venerdì 7 ottobre alle 18.00 sarà presente Fausto Vitaliano, autore di Scritto sulla sabbia, edito da Bompiani. La libreria Ubik ospita anche il terzo appuntamento: sabato 8 ottobre alle 18.00 Filippo Venturi presenterà il romanzo E’ l’umido che ammazza di Mondadori.
Infine giovedì 20 ottobre alle 18.00 alla Libreria Mondadori di via Morosini sarà presente Antonio Fusco, che introdurrà il suo romanzo Io sono l’indiano, edito da Rizzoli.
“L’effetto contaminazione del festival è tangibile nel coinvolgimento delle librerie cittadine, che si sono attivate organizzando incontri dedicati agli autori – spiega l’assessore alla Cultura Enzo Laforgia – un’occasione per tutti gli appassionati di questo genere di scoprire il dietro le quinte dei romanzi noir e conoscere le tendenze legate al giallo e al mistero”.
Il festival Nord in giallo, a Varese dal 9 al 16 ottobre, è la manifestazione dedicata alla narrativa noir contemporanea, per indagare su delitti e misteri ambientati tra la Valle d’Aosta e il Friuli Venezia Giulia.



Club Alpino Luino Montanara, sabato open day palestra di roccia a Maccagno

LUINO, 5 ottobre 2022– Porte aperte sabato 8 ottobre dalle ore 10 alle ore 17 presso la Palestra di roccia il Cinzanzino, via Strada vecchia 1, Maccagno per l’open day organizzato dal CAI Luino Montanara.
Un’opportunità per avere le prime nozioni sulla disciplina dedicata a tutti coloro che volessero avvicinarsi al mondo dell’arrampicata e rivolta anche ai più giovani.
La partecipazione è assolutamente gratuita e non occorrerà nemmeno la prenotazione, essenziali invece saranno tuta e scarpe da ginnastica con l’attrezzatura che sarà fornita sul posto. I minorenni dovranno essere accompagnati da un genitore.
Per ulteriori informazioni si può scrivere una mail a cailuino@cailuino.it oppure contattare Adriano 3497661130.



Cinquant’anni di fotografia del Foto Club Varese alla Sala Montanari di Varese

VARESE, 5 ottobre 2022- Umeå Fotoklubb (Svezia), Gruppo Astronomico Tradatese GAT, Foto Club Varese APS, Circolo Fotografico Inverigo BFI, Fotovideoclub Verbano APS presentano i loro lavori  7 ottobre 2022 alle ore 21.00 presso la Sala Montanari prima serata di multivisione organizzata dal Foto Club Varese APS in occasione della quattordicesima edizione di Oktoberfoto.
Ospite della serata Banco di Solidarietà Nonsolopane ODV Varese.
La manifestazione internazionale è organizzata dal Foto Club Varese in collaborazione con Acli Arte e Spettacolo Varese, con il Partenariato del Comune di Varese e il patrocinio della Provincia di Varese e Dell’università dell’Insubria.
Il programma completo è scaricabile dal sito www.fotoclubvarese.it



Incontro con la scrittrice Suzy Zappa all’Istituto Anna Frank di Varese

VARESE, 5 ottobre 2022-Alla Biblioteca dell’Istituto Anna Frank di Varese, giovedì 6 ottobre dalle 17.45 incontro con la scrittrice Susy Zappa, autrice del libro ‘Ar-Men. Un faro leggendario’.

Sinossi

Nelle acque tormentate del mare d’Iroise si stagliano le possenti sagome di rocce mortali che formano la Chaussée de Sein, dove per secoli le navi sono naufragate, perdendosi per sempre nell’oblio: un cimitero di relitti, territorio

sacro di Ankou, il servo della morte.

Nel mezzo di questo caos roccioso, il faro Ar-Men, una torre ciclopica senza superflui decori, domina il mare da oltre cent’anni. Una storia avvincente sullo sfondo di tempeste eccezionali, quella di un pugno di uomini determinati a costruire un faro leggendario sopra uno scoglio inaccessibile, in un luogo dove ogni destino è dettato dal volere del mare. …
Ma che cosa accadeva nella mente di un uomo rinchiuso in una torre mentre la tempesta
bussava con veemenza alla porta? Ancora oggi, se si ascolta con l’immaginazione, dalla torre di Ar-Men si possono percepire le urla dei guardiani e i lamenti dei naufraghi, perché
dentro ogni faro si cela un po’ di eternità.

redazione@varese7press.it




“Arci per tuttə”, al via campagna tesseramento Arci puntando ad un nuovo linguaggio

VARESE, 5 ottobre 2022-L’utilizzo della “ə” è per noi molto importante, per un cambio di paradigma nel linguaggio usato. La “ə” per sottolineare che il linguaggio ha bisogno di trovare una nuova forma di genere, per approfondire una riflessione sul linguaggio inclusivo, strettamente legato al tema dei diritti, perché le nostre scelte linguistiche raccontano chi siamo.

Arci per tuttə è un messaggio di inclusività e accoglienza di ogni tipo di diversità, una delle peculiarità che ha sempre caratterizzato i 65 anni di storia della nostra associazione e la sua rete di circoli in tutta Italia, per schierarci ancora una volta in modo netto rispetto al tema dei diritti che oggi, dopo la vittoria elettorale della destra, sentiamo con ancora più urgenza.

Vogliamo contribuire ad un dibattito sull’uso del linguaggio, dinamico e in continua evoluzione, a partire dal superamento dell’uso del maschile sovra esteso, per accompagnare il processo di inclusione, uno dei temi cruciali per il nostro futuro, per il nostro stare insieme, per le relazioni tra le persone.

Per animare la discussione sul raggio d’azione e gli orizzonti culturali dei nostri circoli e dellз nostrз sociз, da sempre un argine alle disuguaglianze e alle discriminazioni, in una fase politica che rischia di farci tornare indietro di decenni.

Arci per tuttə per aprire un confronto con l’esterno, associazioni, movimenti, forze politiche, sull’uso del linguaggio, diventato sempre più terreno di conflitto, sul quale non si può restare in silenzio, dove si gioca la partita della difesa dei diritti sociali e civili: vogliamo raccontare la realtà nel rispetto di tuttз, provando a comprendere la complessità e agendo nel presente.

Vogliamo far sentire la nostra voce insieme a tantз altri, per tornare ad essere una moltitudine per una vera alternativa di società.

Perché tuttз si sentano a casa in Arci.

Arci Nazionale