Percosse, scosse, bruciature: i detenuti liberati in Bielorussia raccontano le torture in carcere

MINSK (Bielorussia), 14 agosto 2020-Cominciano ad essere sempre più numerose le testimonianze relative alle torture ai danni dei manifestanti messi in stato di fermo in Bielorussia.

A riferirlo ora sono le centinaia di attivisti liberati questo venerdì, dopo giorni di detenzione.

Le testimonianze descrivono gravi violazioni dei diritti umani da parte della polizia e delle guardie carcerarie. Amnesty International dice che ci sono sempre più prove della diffusa tortura di manifestanti pacifici.

L’annuncio della liberazione è arrivato giovedì sera, quando il governo bielorusso ha comunicato che 1.000 delle persone arrestate durante le proteste erano appena state rilasciate. Tuttavia, molti restano in attesa di notizie degli amici e parenti scomparsi negli ultimi giorni.

Cosa sta succedendo nelle carceri

Diversi manifestanti appena liberati hanno riferito di essere stati sottoposti a deprivazione del sonno e dell’acqua, sottoposti a scariche elettriche e bruciature di sigarette e picchiati dalle guardie. Dozzine di detenuti pare fossero ammassati in minuscole celle progettate per una manciata di persone.

Le strade della capitale Minsk si presentavano più tranquille ieri sera (giovedì 13), ma migliaia di persone sono comunque uscite per continuare a protestare contro la repressione poliziesca. Negli ultimi due giorni centinaia di donne si sono unite al movimento, formando catene umane di solidarietà.

La risposta dell’Unione europea

Oggi i ministri degli Esteri dell’Ue tengono una riunione speciale in collegamento video per valutare cosa fare riguardo alla Bielorussia, verso cui le richieste di nuove sanzioni si fanno sempre più insistenti. Sulle sanzioni alla Bielorussia non ci sarebbe unanimità ma la cancelliera tedesca Angela Merkel e la presidente della commissione europea Ursula Von der Leyen, sono per una stretta sul regime. La cancelliera si è detta molto toccata dalle immagini delle torture.

Intanto oggi è riapparsa in video la leader dell’opposizione Svetlana Tikhanovskaya. Ha chiesto a Bruxelles di mediare per arrivare a una transizione del potere a Minsk e informato della costituzione di un coordinamento per la transizione. A Bruxelles viene chiesto di mediare proprio tra il coordinamento e le autorità bielorusse.

Il ministro degli Esteri bielorusso Vladimir Makei ha dichiarato che il suo governo è pronto a un “dialogo costruttivo e oggettivo” con gli altri Paesi, riguardo alle elezioni e i successivi disordini. (www.it.euronews.com)

 




Piemonte in lizza per Mondiali di Ciclismo dopo rinuncia della Svizzera

CUNEO, 14 agosto 2020-Langhe, ma anche Canavese e Valli di Lanzo, sono perfetti per ospitare i Mondiali di ciclismo. La Svizzera ha infatti rinunciato a organizzare l’appuntamento dal 20 al 27 settembre, prima del Giro d’Italia.

“Il Piemonte può essere territorio ideale dove assegnare le maglie iridate alle diverse categorie, anche secondo il piano-B dell’Uci, che prevede lo svolgimento soltanto di due gare in linea, donne e professionisti”, evidenzia Marco Bussone, Presidente Uncem. “La Regione Piemonte sta investendo molto sulle due ruote – aggiunge – sia sul cicloturismo, sia sulle competizioni, anche verso un Gran Départ del Tour de France. Il Giro da anni si decide sulle montagne del Piemonte, con una visibilità straordinaria per borghi e territori.

Il Mondiale può essere organizzato in tutta sicurezza, come sa fare l’Italia con le corse in linea e con quelle a tappe. Il circuito della Langa usato per il Gran Piemonte sarebbe perfetto. Vale anche per il Canavese e le Valli di Lanzo. Il Piemonte ha tante soluzioni da offrire e un ritorno di immagine importantissimo come avvenuto con la nuovissima Milano-Sanremo che potrà essere replicata passando da Alta Langa e Val Tanaro. Un mondiale su strada farebbe bene al Piemonte. Sono certo che la Regione saprà costruire la proposta all’Uci, con Federazione e Coni”.




Tampone faringeo dell’ATS Insubria per chi rientra da Spagna, Croazia, Malta e Grecia: tutte le modalità

VARESE, 14 agosto 2020-Il Ministero della Salute ha disposto l’esecuzione del tampone nasofaringeo per i soggetti in rientro da Spagna, Croazia, Malta e Grecia.

Il rientro deve essere comunicato al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di ATS Insubria, compilando il modulo, presente 
nella pagina dedicata del sito.

Il documento dovrà essere inviato all’indirizzo mail: rientro.estero@ats-insubria.it. In attesa del tampone è necessario l’isolamento domiciliare.

INFO e aggiornamenti: numero verde 800 769622 attivo dalle 9 alle 17 anche nei giorni di sabato 15 e domenica 16 agosto 2020



Le donne e le elezioni negli USA, incontro a Palazzo Estense

VARESE, 14 agosto 2020-Un incontro per scoprire il voto femminile made in USA. Martedì prossimo, 18 agosto, appuntamento alle 18.00 in Salone Estense, per una conferenza dal titolo “Cento anni fa negli Stati Uniti il voto alle donne. Saranno le signore determinanti anche quest’anno?”. A organizzarla la Fondazione Italia USA, con il presidente onorario Mauro della Porta Raffo.

In apertura un breve riepilogo sul funzionamento del sistema elettorale americano. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’assessore alle Pari opportunità Rossella Dimaggio; sarà presente il sindaco Davide Galimberti.




Gallarate, in casa aveva 2kg di hashish pronto per lo spaccio: arrestato 27enne africano

GALLARATE, 14 agosto 2020– Non si fermano le operazioni di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti poste in essere dagli agenti del Commissariato di Gallarate, che nel tardo pomeriggio di ieri hanno arrestato un cittadino gambiano di ventisette anni, incensurato.

L’intuito investigativo e la profonda conoscenza della realtà territoriale, unite alle segnalazioni provenienti dai residenti del quartiere di Cedrate, insospettiti dal continuo via vai anche in pieno lock-down, hanno consentito agli investigatori di interrompere una fiorente attività di spaccio di stupefacenti, posta in essere dal giovane.

Nel pomeriggio di ieri, in abiti civili ed a bordo di autovetture “civetta”, i poliziotti hanno iniziato una mirata attività di osservazione nei pressi della residenza del gambiano. Circa un’ora dopo hanno potuto notare un contatto tra la persona osservata ed un altro giovane, ma non sono riusciti a capire se ci fosse stata effettivamente una compravendita di stupefacente e pertanto hanno proseguito nell’attività di appostamento nei confronti del giovane gambiano, che nel frattempo è rincasato ed è stato successivamente sottoposto a controllo di polizia, quando a bordo di una skateboard elettrico stava tranquillamente uscendo nuovamente di casa.

Il giovane è risultato in possesso di 885,00 euro, di cui non ha saputo al momento giustificare la provenienza e  2 telefonini.

Il giovane ha ammesso fin da subito di detenere presso la propria  abitazione la quantità di circa 2 chilogrammi di HASHISH e la successiva perquisizione domiciliare ha permesso infatti agli operatori di rinvenire e sequestrare 22 panetti del peso lordo di circa un etto cadauno, contenenti sostanza stupefacente che il narcotest ha individuato con certezza essere del tipo HASHISH,  6,7 grammi di verosimile marijuana, confezionata in una bustina di cellophane trasparente, un bilancino di precisione a lettura digitale e vario materiale idoneo al confezionamento di singole dosi di stupefacente. Oltre a ciò gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato la somma contante di 5.000,00 euro, composta in banconote da 50,00 euro, rinvenuta nel comodino della camera da letto, somma di cui l’interessato ha taciuto l’esistenza e ritenuta fondatamente essere il provento della sua illecita attività di spaccio.

Al termine del compimento della perquisizione lo spacciatore è stato arrestato e per lui si sono aperte le porte del carcere di  Busto Arsizio. Il materiale sequestrato, debitamente repertato, è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Busto Arsizio.




Furto di cosmetici all’Esselunga di Masnago: denunciate due donne

VARESE, 14 agosto 2020-Nel pomeriggio di ieri, giovedì 13 agosto, una volante della Polizia è intervenuta presso il supermercato “Esselunga” di Masnago, allertata dalla locale centrale operativa su richiesta dell’addetto alla sicurezza e del responsabile dell’esercizio commerciale, i quali poco prima e con l’ausilio di alcuni carabinieri in borghese, avevano fermato due donne che si erano rese responsabili di un furto all’interno del supermercato.

I poliziotti giunti sul posto, dopo aver preso contatti con i richiedenti, hanno identificato le due donne, entrambe con numerosi precedenti specifici, domiciliate a Milano e poco più che ventenni. L’addetto alla sicurezza riferiva di aver notato le due giovani aggirarsi con fare sospetto tra le corsie del supermercato e che avendo attirato la sua attenzione decideva di controllarne i movimenti; infatti, proprio lungo la corsia dei cosmetici notava le due intente ad occultare merce di ogni tipo all’interno di alcune borse.

Una volta oltrepassate le casse venivano invitate a consegnare quanto illegalmente ma, per tutta risposta, le stesse si davano a precipitosa fuga che però durava fino al parcheggio antistante il supermercato dove venivano fermate e consegnate agli agenti di polizia.

Entrambe sono state condotte presso gli Uffici di Piazzale Libertà dove, dopo gli accertamenti di rito, venivano denunciate per furto aggravato in concorso e rimandate nel milanese con foglio di via obbligatorio dal comune di Varese. La merce asportata, il cui valore ammontava a circa 1.500 euro, veniva interamente restituita.




Ferragosto: Lago Maggiore e Ceresio le mete preferite dei varesini per gite fuori porta

VARESE, 14 agosto 2020 – Sono oltre 21 milioni gli italiani in viaggio per concedersi almeno un giorno di vacanza fuori casa nel mese di agosto dell’estate 2020, con un calo dell’11% rispetto allo scorso anno a causa dell’emergenza coronavirus. E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixè, diffusa in occasione del primo weekend da bollino rosso del mese sulle strade dalla quale emerge che a pesare sono nell’ordine le difficoltà economiche, la paura del contagio ed i timori per il futuro.

Con l’emergenza sanitaria quest’anno – sottolinea Coldiretti Varese – si rafforza l’abitudine tutta nazionale a concentrare le partenze nel mese di agosto che è di gran lunga il più gettonato dell’estate ma anche quello che fa segnare il calo minore delle presenze nazionali dopo il crollo del 54% a giugno e del 23% a luglio. Il timore del virus e la volontà di attendere un miglioramento della situazione ha portato, infatti, molti turisti a rimandare il più possibile la partenza.

L’Italia quest’anno è di gran lunga la destinazione preferita che – continua la Coldiretti prealpina – è scelta come meta da oltre il 90% rispetto all’86% dello scorso anno. Un incremento significativo per compensare la pesante perdita delle presenze straniere che sono praticamente azzerate da fuori dell’Europa ma molto rari – precisa la Coldiretti – sono anche i turisti comunitari frenati dalla ripresa dei contagi nel proprio Paese, dalla Germania alla Francia, dalla Gran Bretagna alla Spagna.

La novità di quest’estate sta anche nel fatto che – sottolinea la Coldiretti – circa 1 italiano su 4 ha scelto una destinazione vicino casa, all’interno della propria regione di residenza.  Cresce il turismo tra lago e montagna (con Lago Maggiore e Ceresio tra le mete) e quello di prossimità con la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane, in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, mentre crollano le presenze nelle città. La maggioranza degli italiani in viaggio – continua Coldiretti Varese – ha scelto di riaprire le seconde case di proprietà, o di alloggiare in quelle di parenti e amici o in affitto, ma nella classifica delle preferenze ci sono nell’ordine anche campeggi con i camper molto gettonati mentre sono in sofferenza gli alberghi.

Lago di Varese visto dalla pista ciclopedonale

Segnali positivi nonostante le difficoltà ci sono sicuramente per le oltre 24 mila aziende agrituristiche italiane che, spesso situate in zone isolate della campagna in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto, sono forse i luoghi dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza secondo Terranostra e Campagna Amica.

Tra gli svaghi preferiti infatti accanto ad arte, tradizione, relax e puro divertimento, la ricerca del cibo e il vino locali è diventata il vero valore aggiunto delle vacanze Made in Italy nel 2020 con circa 1/3 del budget destinato proprio all’alimentazione per consumi al ristorante o per l’acquisto di souvenir. L’Italia è leader mondiale incontrastato nel turismo enogastronomico grazie al primato dell’agricoltura più green d’Europa con 304 specialità ad indicazione geografica riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg, 5155 prodotti tradizionali regionali censiti lungo la Penisola, la leadership nel biologico con oltre 60mila aziende agricole biologiche e la piu’ grande rete mondiale di mercati di agricoltori e fattorie con Campagna Amica.




Verbania, in corso i lavori di efficientamento energetico all’asilo nido di Renco

VERBANIA, 14 agosto 2020-Sono attualmente in corso i lavori di efficentamento energetico all’asilo nido di Renco a Verbania voluti dall’Amministrazione Comunale di Verbania del sindaco Silvia Marchionini; 150 mila euro di interventi con un progetto elaborato direttamente dagli uffici comunali del 5 dipartimento servizi al territorio, e che prevedono due tipi di intervento:
– la sostituzione dei vecchi serramenti, perché gli stessi presentavano evidenti segni di deterioramento, con serramenti di ultima generazione in PVC che assicureranno un ottimo isolamento acustico e termico;
– i lavori di impermeabilizzazione della copertura. Quelli attuali sono vetusti e non garantiscono più l’idonea protezione dalle infiltrazioni d’acqua; inoltre è necessario riqualificare energeticamente le aule interne dell’asilo mediante posa di adeguate contro soffittature con relativo isolamento termo acustico costituito da lana di vetro atossica e conforme alle normative dello spessore di 18 cm. Il tutto al fine di migliorare il comfort interno e ridurre le dispersioni di calore.
Si provvederà quindi al rifacimento della guaina di copertura mediante sovrapposizione di un nuovo strato di guaina in poliolefine flessibile, nonché l’installazione in quasi tutte le aule (escluso vani tecnici e cucina) di contro soffittature in pannelli in fibra minerale con sovrastante lana di vetro atossica.
Continua l’impegno dell’amministrazione di Verbania nel tenere alto il livello di qualità delle scuole cittadine – afferma l’assessore ai lavori pubblici Nicolò Scalfi –; i lavori che finiranno prima della ripresa delle attività scolastiche. Sì evidenzia che parte dell’investimento verrà recuperato attraverso il contributo conto termico rilasciato dal GSE. Azione quindi portata avanti non  solo  per gli interventi prettamente manutentivi ma anche in linea con l’obiettivo di risparmio energetico e rispetto dell’ambiente“.



Cosa fare a Ferragosto in provincia di Varese: tra mostre, escursioni in grotta, pic-nic e sagre

VARESE, 13 agosto 2020- Ferragosto in cittá o gite (anche culturali) fuori posta.  Per chi ha scelto di trascorrerlo in provincia le occasioni di svago sono parecchie.

Iniziamo dalla famosa Festa della Montagna,  organizzata dagli Alpini di Varese solitamente al Sacro Monte quest’anno annullata per la purtroppo nota emergenza Covid, ma che in qualche modo ne viene recuperato almeno lo spirito con l’alternativa  festa in cittá

Fino al 15 agosto, le penne nere varesine danno appuntamento alla loro sede in via degli Alpini 1 con “Alpini in città 2020 – Noi ci siamo“, con la possibilità di acquistare i piatti preparati dal gruppo di volontari per il consumo da asporto.

Boutique a cielo aperto per il Ferragosto di Angera con gli Ambulanti di Forte dei Marmi che allestiranno i loro banchi in piazza Garibaldi, sul lungolago. L’iniziativa inizierà alle 8 e si chiuderà alle 20, con orario continuato. Una volta in paese, d’obbligo una visita alla Rocca d’Angera.

Appuntamento col Fai: pic nic e astronomia

Doppio appuntamento con il Fondo Ambiente Italiano. Al Monastero di Torba a Gornate Olona dalle 18 a mezzanotte sguardo rivolto al cielo con l’iniziativa “Astronomi per una notte”, con possibilità di cena o picnic nel bosco del monastero e dalle 22 osservazione guidata della volta stellata con l’Osservatorio Astronomico Schiapparelli (Iscritti FAI e residenti Gornate Olona e Castelseprio:€ 3 Intero: € 10 Ridotto: € 5, info e iscrizioni QUI) . A Casalzuigno invece il parco della Villa Della Porta Bozzolo apre i suoi cancelli per un pic nic sotto le stelle e una romantica passeggiata nel monumentale giardino all’italiana, fatto di scenografiche terrazze scolpite in pietra, aiuole fiorite e un panoramico belvedere che sarà il teatro di una sera d’estate unica (QUI info e prezzi).

Grotta di Remeron aperta anche a ferragosto con visite guidate

Musei civici aperti anche a Ferragosto a Castiglione Olona, l’isola di Toscana in Lombardia, con la novità di “Castiglione in Miniatura” a Palazzo Branda. A Ferragosto 2020 come per tutto il mese, il Museo Branda Castiglioni e il Museo Arte Plastica saranno regolarmente aperti e visitabili dal martedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 e la domenica ed i festivi con orario 10.30-12.30 e 15.00-18.00. Qui tutte le info necessarie.

Pranzo di Ferragosto a Turate

Pranzo di Ferragosto al Centro anziani di Turate, con inizio alle 12.30 e il rispetto di tutte le disposizioni sanitarie. Menù ricco con antipasti e fritto misto con patatine o in alternativa, su segnalazione, costata di vitello con patatine, formaggio, frutta fresca, Dolce/caffè+rimorchio, acqua inclusa, vino e bibite escluse. Il costo è di 25 euro con prenotazione entro il 12 agosto al centro anziano o allo 0296480377.

Ferragosto 2020 può anche essere l’occasione per godersi un’escursione nel territorio di Varese e provincia. Oltre al lungo lago, meta rinomata e frequentatissima per tutta l’estate, Campo dei FioriSacro Monte e Monte San Giorgio sono pronti ad accogliere gli escursionisti e passeggiatori. Aperte anche le trincee e le gallerie della linea Cadorna sul San Martino e, dopo il periodo di stop per l’emergenza Covid, torna a ferragosto la possibilità di visitare la Grotta Remeron a Comerio.  Da non trascurare la possibilità di una salita fino alla magica  Monteviasco o un tuffo nelle Cascate Fermona a Ferrera di Varese, una vera e propria oasi a pochi minuti da Varese. Per sfuggire dal caldo, si può fare la “discesa negli inferi” all’Orrido di Cunardo, che almeno nella prima parte è adatta anche agli escursionisti meno esperti. Infine, Parco Pineta e Valle Olona restano a disposizione di chi vuole trascorrere il Ferragosto passeggiando tra i boschi o in bicicletta, magari “agganciandosi” alla visita a Castiglione Olona.

redazione@varese7press.it

 




Giro di Lombardia: presentati iscritti alla 114esima edizione. Nibali e Carapaz tra i favoriti

MILANO, 13 agosto 2020 – Annunciati gli iscritti alla 114^ edizione de Il Lombardia presented by UBI Banca di sabato 15 agosto, che vedrà al via molti campioni del pedale a partire dal vincitore della passata edizione, Bauke Mollema.
Tra i nomi di spicco anche il trionfatore del Giro d’Italia 2019 Richard Carapaz, Vincenzo Nibali (Il Lombardia 2017, 2015), il vincitore del GranPiemonte presented by EOLO George Bennett, Remco Evenepoel, Jakob Fuglsang, Mathieu van der Poel, Gianluca Brambilla, Giulio Ciccone, Michael Woods, Alberto Bettiol, Aleksandr Vlasov, Tim Wellens, Ivan Ramiro Sosa, Tao Geoghegan Hart, Gianni Moscon, Rafal Majka, Andrea Bagioli, Mikel Nieve, Wilco Kelderman, Fabio Aru, Valerio Conti e Diego Ulissi.

Prima della partenza da Bergamo, verrà osservato 1 minuto di raccoglimento per ricordare le vittime della pandemia nella zona d’Italia più colpita dal Covid.

IL PERCORSO
Partenza da Bergamo in direzione sud attraversando nei primi 40 km la pianura bergamasca per risalire la val Cavallina fino a Casazza dove si affronta la prima salita della corsa il Colle Gallo. Colle seguito da una discesa veloce fino a rientrare dalla val Seriana su Bergamo. Ci si immette quindi nuovamente in strade di pianura che conducono in Brianza. Passaggio breve per Colle Brianza seguito dalla discesa su Oggiono. Quindi si attraversa Pusiano, Canzo, Asso e con la discesa su Onno si arriva a Bellagio dove inizia la salita del Ghisallo. Salita con pendenze fino al 14% su strada ampia con diversi tornanti.

La discesa, molto veloce, si svolge per lunghi rettilinei e si interrompe a Maglio dove immediatamente dopo la svolta a destra inizia la salita della Colma di Sormano. Alcuni km di media pendenza e quindi poche centinaia di metri dopo Sormano si imbocca sinistra il Muro di Sormano (2 km al 15%) su strada stretta, molto ripida, in parte all’interno di un boschetto, con tornanti strettissimi e con pendenze che attorno ai 1000 m di percorrenza che superano il 25% fino a sfiorare il 30%.

Superata la Colma segue la discesa (in falsopiano nella prima parte, poi molto impegnativa con molti tornanti e carreggiata stretta) su Nesso dove si riprende la strada costiera per raggiungere Como. Si affronta la dura salita verso Civiglio (614 m) con pendenze praticamente sempre attorno al 10% (da segnalare un marcato restringimento della carreggiata in vetta alla salita) per ridiscendere e riattraversando Como superare l’ultima salita di San Fermo della Battaglia (m 397). Rifornimento fisso al km 128-131

Ultimi km
Ultimi 10 km che iniziano dentro l’abitato di Como, si seguono larghi vialoni fino al sottopasso ferroviario dove inizia la salita finale di San Fermo della Battaglia. La pendenza è attorno al 7% (max 10%) con carreggiata ristretta e fondo stradale ruvido. Si superano diversi tornanti fino allo scollinamento che avviene attorno ai 5 km dall’arrivo. La discesa su strada larga, ben pavimentata incontra due gallerie ben illuminate e due ampie rotatorie, termina all’ultimo chilometro. Ai 600 m dall’arrivo ultima ampia curva verso sinistra. Retta di arrivo su asfalto,larghezza della carreggiata 7 m.