1

“Sui passi della violenza”: inaugurata in Consiglio regionale la mostra per sensibilizzare contro ogni violenza e ricordare le vittime

MILANO, 17 maggio 2022 – Quattordici opere, come le stazioni della via Crucis, nei colori del bianco, del rosso e del nero, contro ogni tipo di violenza.
E’ stata inaugurata oggi dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale la mostra dei lavori di Sergio Brambillasca “Sui passi della violenza”, promossa dal Consiglio regionale, in collaborazione con l’Associazione UNAVI (Unione Nazionale Vittime) .
Lo scopo della mostra itinerante, che gli organizzatori vorrebbero portare anche nelle scuole, è coinvolgere l’opinione pubblica sui sentimenti e le emozioni che provano le vittime e i loro familiari, sensibilizzando ed educando al contrasto della violenza in tutti gli ambiti in cui si manifesta.
I lavori esposti spaziano dal femminicidio, allo stalkeraggio, al cyberbullismo, alla violenza casuale e generica, a quella in contesti di rapina, fino a comprendere le vittime del crollo del Ponte Morandi. In ciascuna delle opere un nome, una persona, in ciascuna si narra una storia realmente accaduta e che “potrebbe accadere a chiunque”.

Il Presidente del Consiglio regionale ha ricordato che il tema delle vittime di violenza è da tempo all’attenzione dell’Assemblea legislativa della Lombardia, che ha contribuito con iniziative e con leggi mirate.

L’esposizione, costituita di opere a tecnica mista (grafica, disegno, fotografia e stampa, in sovrapposizione) sarà visitabile dal pomeriggio fino al 20 maggio 2022 (ore 9.30-13-30 con ultimo ingresso alle 12.30 e 14.30-17.30 con ultimo ingresso alle 16.30) Venerdì 20 maggio dalle ore 9.30 alle 13.30 (ultimo ingresso ore 12.30).




Spaccio droga, traffico d’armi da guerra, riciclaggio: arrestate trenta persone in varie province lombarde

SESTO SAN GIOVANNI, 17 maggio 2022 – Trenta persone sono state arrestate dai carabinieri in varie province della Lombardia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Monza, con accuse a vario titolo per traffico e illecita detenzione di armi da guerra e comuni, detenzione e traffico di stupefacenti, rapina, estorsione, furto, ricettazione e riciclaggio, a seguito di un’indagine dei carabinieri di Sesto San Giovanni.

Si tratta di un vasto gruppo criminale italiano che ha costituito una rete di spaccio di droga e di traffico di armi, destinate a criminali residenti in provincia di Milano e nel resto della regione.(ANSA)




Lugano rimane la città più sicura della Svizzera secondo i dati della Polizia Criminale

LUGANO, 16 maggio 2022-Lugano resta la città più sicura in Svizzera, secondo la statistica criminale di polizia, davanti a San Gallo e Wintherthur. Lo scorso anno i 148 agenti della polizia comunale sono stati però chiamati per più interventi, che sono stati 4’689 in totale (+0,15%).

Leggera crescita anche dei reati, in particolare con più liti, interventi nei locali pubblici e infrazioni al codice della strada. Cresciuti anche gli interventi per violenza domestica e la gravità dei reati commessi.

Il capitolo più problematico è stato quello della demolizione parziale dell’ex Macello, alla quale è seguita una serie di manifestazioni e la rioccupazione di fine anno. Oltre 10’000 le ore di servizio, tra agenti della comunale e della sicurezza privata, impiegati in questo frangente, per un costo complessivo di circa un milione di franchi.(fonte rsi.ch)




Successo per la Corri Dog organizzata dalla Proloco di Bergamo

BERGAMO, 16 maggio 2022-Numerosa partecipazione degli amici a quattro zampe alla manifestazione cittadina abbinata alla Giornata Nazionale del cane guida, organizzata dalla Proloco Bergamo, con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Bergamo.

Entusiasta Emanuela Ruch, ideatrice della manifestazione, che si riproponeva dopo due anni di stop a causa della pandemia.




Caso camici: presidente Fontana prosciolto dall’accusa di frode

VARESE, 13 maggio 2022-Il presidente della Lombardia Attilio Fontana è stato prosciolto “perché il fatto non sussiste” con altre 4 persone dall’accusa di frode in pubbliche forniture per il caso dell’affidamento nell’aprile 2020 da parte della Regione di una fornitura, poi trasformata in donazione, da circa mezzo milione di euro di 75 mila camici e altri dpi a Dama, società del cognato Andrea Dini.

Lo ha deciso il gup di Milano Chiara Valori. (ANSA)




‘Contorno decorato’, progetto di riqualificazione urbana coinvolgendo studenti dei licei artistici

 MILANO, 12 maggio 2022-Palazzo Lombardia ha ospitato oggi gli studenti che hanno preso parte al progetto ‘Il Contorno Decorato’, evento conclusivo sostenuto da Regione Lombardia e Comune di Cologno Monzese.

L’iniziativa è finalizzata alla riqualificazione e valorizzazione dell’ambiente urbano con l’obiettivo di riappropriarsi delle superfici vandalizzate.

Nel corso dell’appuntamento sono stati proiettati i dipinti murali ‘New Liberty’ realizzati a Cologno Monzese dagli oltre 400 allievi dei licei artistici di Milano e provincia.

“Un progetto innovativo – ha detto l’assessore regionale all’Autonomia e Cultura in un messaggio inviato a organizzatori e relatori – che risponde in modo originale a una criticità diffusa nel tessuto urbano delle nostre città: il sistematico inquinamento visivo di case, portoni, mura per mezzo di graffiti vandalici”.

L’assessore ha ringraziato i relatori e tutti gli studenti-artisti, i veri protagonisti dell’iniziativa, la Giunta di Cologno Monzese, il Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile del Consiglio Regionale della Lombardia ed Enrico Olmari, ideatore e responsabile organizzativo del progetto.

‘Il Contorno Decorato’ – ha scritto l’assessore alla Cultura – ha un duplice merito: “da un lato ha sottratto un’importante superficie cittadina, un muro lungo cento metri per due metri e mezzo di altezza, a un’anonima e grigia esistenza facile preda di vandalismi. Dall’altro, ha salvato questo ‘bordo’ di città coinvolgendo gli studenti e i docenti dei licei artistici e delle scuole d’arte di Milano e provincia”.

“Una ‘chiamata al pennello’ – ha concluso l’assessore – che ha coinvolto decine di realtà e decine di giovani i quali, con grande entusiasmo, hanno messo il proprio talento a servizio di un coraggioso progetto di promozione della bellezza quale fattore di coesione sociale”.

Alla presentazione dei risultati del progetto hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della Commissione Ambiente e Protezione civile del Consiglio regionale della Lombardia, il sindaco del Comune di Cologno Monzese Angelo Rocchi con l’assessore alla Cultura Dania Perego, l’ideatore e referente de ‘Il Contorno Decorato’, Enrico Olmari, studenti e docenti delle scuole coinvolte.

 




Premiata in Regione Tetiana Hlyvka atleta ucraina ospitata da una famiglia di Cavaria

CAVARIA CON PREMEZZO, 9 maggio 2022 – Questo pomeriggio a Palazzo Pirelli il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e la Vice Presidente del Consiglio Francesca Brianza hanno premiato Tetiana Hlyvka, atleta ucraina sordomuta di curling che, fuggita dalla guerra, è stata ospitata da una famiglia di Cavaria con Premezzo, Anna Chiaravalli e Luigi Guffanti.

Tetiana in Italia ha trovato nuova ‘casa’ – ha dichiarato Alessandro Fermi –. Per lei è solo un passaggio in attesa di poter tornare in Ucraina quando la guerra sarà finita. Però Anna e Luigi, che hanno aperto a Tetiana le porte della loro casa, le hanno salvato la vita. Nel più disinteressato spirito del Talmud secondo cui ‘Chi salva una vita salva il mondo intero’. Anna e Luigi fanno parte di quell’’esercito del bene’ formato da centinaia di lombardi che stanno investendo il loro tempo, le loro energie, la loro passione e le loro risorse per sconfiggere con le armi del cuore e della pace gli ‘eserciti del male’”.

 «Tetiana – ha dichiarato Francesca Brianza – ha saputo mettere in campo tutte le sue risorse: forza, coraggio, determinazione, passione. Con un solo obiettivo: non porsi limiti. Lo ha fatto da atleta e lo ha fatto da ucraina in fuga dalla guerra. Il messaggio che Tetiana ci vuole mandare è chiaro: bisogna crederci. Sempre. Un messaggio diretto alle persone diversamente abili, ma non solo. Il suo coraggio è un esempio per tutti noi, nella vita privata e pubblica. Ed è un messaggio ancora più forte oggi: credere nella capacità dello sport di unire le persone, significa credere nella pace come unica soluzione ai conflitti».

Tetiana Hlyvka, 23 anni, lo scorso marzo ha vinto con le sue compagne di squadra (Kateryna Yakymets, Diana Kobylyanska e Olena Zubarieva) la medaglia d’oro ai Campionati mondiali di curling per persone sorde (World Deaf Curling Championships 2022) che si sono svolti a Banff, in Canada. Nella finale, disputata il 26 marzo, le atlete ucraine hanno battuto le padrone di casa del Canada. Pochi giorni prima dello scoppio della guerra Tetiana Hlyvka si trovava in Lituania per disputare una gara. Il Governo di Vilnius, però, non ha dato alle atlete ucraine il permesso di restare in Lituania e, quindi, Tetiana e le sue compagne avrebbero dovuto rientrare in Ucraina dove erano iniziate le operazioni militari. La soluzione è arrivata dalla zia del fidanzato che lavora come badante in Italia. Grazie a questo “contatto” Tetiana Hlyvka è stata ospitata da Anna Chiaravalli e Luigi Guffanti che abitano a Cavaria con Premezzo.

A Tetiana Hlyvka è stata consegnata la medaglia in bronzo della Provincia di Varese, una pergamena, il catalogo sul 60esimo anniversario di Palazzo Pirelli e il volume “Donna lombarda”. Alla premiazione erano presenti il Sindaco di Cavaria con Premezzo Franco Zen, Luigi Guffanti e Renzo Corti, Presidente Ente Nazionale Sordi – Lombardia.




Facciamo luce sulla fibromialgia: la Villa Reale di Monza si illumina di viola

MONZA, 9 maggio 2022– “Illuminiamo la fibromialgia”, è questo lo slogan proposto dal CFUI, il Comitato Fibromialgici Uniti d’Italia, per celebrare la Giornata Mondiale della Fibromialgia in programma il prossimo 12 maggio.

L’Amministrazione comunale, con l’obiettivo di dare un sostegno per poter tutelare i bisogni dei cittadini più fragili, ha accolto la proposta del Comitato illuminando di colore viola la Villa Reale, per accendere i riflettori sul riconoscimento della malattia e sensibilizzare la cittadinanza a prendere consapevolezza riguardo questa sindrome cronica ed invalidante.

La fibromialgia è una malattia che colpisce tra il 2% e il 4% della popolazione. La maggioranza delle persone che ne soffrono sono donne con un’età compresa tra i 40 e i 50 anni. (2020, fonte: Humanitas Salute anno 2020, giornale online edito dall’omonimo ospedale italiano dedicato ai temi della salute, della sanità e del benessere).




Pubblici esercizi presìdi di legalità per le donne: arriva a Milano la campagna “Sicurezza Vera”

MILANO, 5 maggio 2022 – Giovedì 12 maggio a Palazzo Bovara (il Circolo del commercio di Confcommercio Milano) – corso Venezia 51, ore 10.30, sala Castiglioni – Fipe, la Federazione italiana pubblici esercizi Confcommercio, e Terziario Donna Confcommercio Milano presentano la campagna “Sicurezza Vera”, promossa da Fipe con il Gruppo Donne Imprenditrici e la Polizia di Stato, con i pubblici esercizi come presidi di legalità per incrementare il livello di sicurezza delle donne contro la violenza di genere. Durante l’appuntamento viene firmato il rinnovo del Protocollo d’intesa tra Fipe-Gruppo Donne Imprenditrici e la Direzione centrale Anticrimine della Polizia di Stato.

Apre i lavori Lino Stoppani, presidente Fipe. Interventi di: Alessandra Tripodi, vice Prefetto e Capo di Gabinetto della Prefettura di Milano; Giuseppe Petronzi, Questore di Milano; Marco Granelli, assessore alla Sicurezza del Comune di Milano; il Prefetto Francesco Messina, direttore centrale Anticrimine della Polizia di Stato; Valentina Picca Bianchi, presidente Gruppo Donne Imprenditrici di Fipe; Francesca De Lucchi, vicepresidente di Terziario Donna Confcommercio Milano (e imprenditrice nel settore dei pubblici esercizi).




Al campione Giacomo Agostini il Premio Camuna di Regione Lombardia: menzione speciale alle varesine Marzia Miglierina e Cesarina del Vecchio

MILANO, 5 maggio 2022 – “La Lombardia celebra la festa del suo popolo, dei suoi cittadini e dei suoi Comuni, e il valore di questa celebrazione insieme al riconoscimento che l’istituzione regionale vuole tributare ai propri cittadini assumono un significato particolare in questo momento di ripresa e di rilancio dopo le restrizioni causate dalla pandemia. Nel simbolo della Rosa Camuna ritroviamo infatti le radici più vere e profonde della comunità lombarda, che si identifica intorno ai valori del saper fare, dell’agire concreto e della solidarietà: questi sono da sempre i caratteri distintivi dei lombardi e ancora di più i lombardi li hanno dimostrati in questi ultimi mesi. La Lombardia può e deve ora guardare al futuro con fiducia e ottimismo, consapevoli che il nostro tessuto sociale è sano e vitale, come ci testimoniano anche i premiati di quest’anno. La vera forza della Lombardia sono i suoi cittadini”.
Lo sottolinea il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi a margine della riunione dei Capigruppo consiliari che ha valutato le candidature pervenute e che assegnato i premi Rosa Camuna e attribuito le Menzioni speciali per il 2022: a questi si aggiungeranno i “premi speciali” del Presidente Attilio Fontana.
La cerimonia di premiazione si terrà domenica 29 maggio nell’ambito della Festa della Lombardia, istituita per celebrare la Battaglia di Legnano combattuta il 29 maggio 1176 contro le truppe imperiali del Barbarossa.

Complessivamente sono stati assegnati 5 premi Rosa Camuna e 10 Menzioni speciali a

Cesarina Del Vecchio

fronte di 165 candidature pervenute.
Tre premi sono andati a Milano e provincia (1 Rosa Camuna e 2 Menzioni speciali), due premi ai territori di Brescia (2 Rosa Camuna), Como (1 Rosa Camuna e 1 Menzione speciale) e Varese (2 Menzioni speciali). Un premio Rosa Camuna è stato attribuito al territorio bergamasco, e una Menzione speciale è stata assegnata anche ai territori di Cremona, Lecco, Lodi, Mantova e Monza Brianza.
Sono state premiate personalità, associazioni e realtà impegnate in ambito sociale, sanitario, culturale, sportivo ed economico.

La Commissione di Giuria, presieduta dal Presidente Fermi, ha convenuto unanimemente di assegnare il Premio Rosa Camuna:

Roberto Brusati, chirurgo maxillo facciale all’Ospedale San Paolo di Milano, che in collaborazione con la Fondazione Operation Smile Italia Onlus ha creato la prima Smile House italiana operando in tutto il mondo bimbi affetti da labiopalatoschisi effettuando negli ultimi 10 anni oltre 37mila consulenze specialistiche (proponente il Consigliere regionale Gianluca Comazzi);

Ettore Prandini, imprenditore zootecnico e vitivinicolo, dal 2018 Presidente nazionale di Coldiretti, principale organizzazione di rappresentanza del comparto agricolo in Italia e in Europa con oltre un milione e mezzo di associati, e da sempre impegnato a difesa del lavoro agricolo e della qualità dei prodotti (proponenti i Consiglieri regionali Viviana Beccalossi, Ruggero Invernizzi, Claudia Carzeri e Gianluca Comazzi);

Cesare Cavalleri, bergamasco di Treviglio, giornalista, scrittore e direttore delle Edizioni Italiane ARES e della rivista Studi Cattolici, collaboratore di Avvenire e del Domenicale, insignito nel 2004 della Medaglia d’Oro al merito della Cultura Cattolica per i suoi studi e per l’interpretazione moderna del pensiero cattolico (proponente il Consigliere regionale Roberto Anelli);

Giacomo Agostini, motociclista bresciano classe 1942, vincitore di 15 titoli mondiali, 123 Gran Premi, 18 titoli italiani e 10 Tourist Trophy: nel 1999 il suo nome è stato inserito nella Motorcycle Hall of Fame dell’American Motorcycle Association (proponente il Consigliere Segretario Giovanni Malanchini insieme ai Vice Presidenti del Consiglio Francesca Brianza e Carlo Borghetti e al Consigliere segretario Dario Violi);

don Bassano Pirovano, comasco di Erba, ordinato sacerdote dell’Opera Don Guanella, fondatore nel 1987 della comunità per tossicodipendenti Tetto Fraterno, che ospita fino a 20 persone al giorno offrendo quotidianamente pasti a 70 persone bisognose, accogliendole sempre con grande sensibilità e disponibilità (proponenti il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e il Comune di Erba)

Marzia Miglierina

Sono state quindi assegnate 10 menzioni speciali attribuite alla Fondazione Archè Onlus di Milano che affianca bambini e famiglie vulnerabili con servizi di accoglienza, dopo scuola e campus estivi in particolare collaborando con il personale sanitario degli ospedali Sacco e Macedonio Melloni (proponente l’ASST Fatebenefratelli Sacco); alla memoria di Giuseppina Rosangela Morana, milanese, già Segretario Generale della CCIAA di Milano e dirigente apicale in Regione Lombardia, dove ha sempre svolto il proprio lavoro con grande passione e professionalità in particolare nella promozione della ricerca e dell’innovazione (diversi soggetti proponenti tra cui Confindustria Lombardia e CCIAA di Milano); alla memoria di Maurizio Casiraghi, medico canturino che si è speso e dedicato alla cura dei malati in tutto il mondo e soprattutto nelle zone più povere del Sudan, dell’India, dello Zambia, del Ruanda e del Bangladesh sostenendo a proprie spese le cure negli ospedali di questi Paesi e che a Cantù ha collaborato per vent’anni con la Lega italiana per la lotta ai tumori (proponenti il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e il Comune di Cantù); a Fabio Perrone, cremonese, professore, docente e musicologo di altissimo livello, sostenitore dello studio e dell’arte della musica attraverso donazioni di strumenti di pregio (proponente il Consigliere regionale Matteo Piloni); all’Associazione lecchese Fabio Sassi Onlus di Merate che si dedica in particolare all’accoglienza e alla cura di pazienti sottoposti a cure palliative assicurando assistenza anche alle rispettive famiglie (proponente il Consigliere regionale Mauro Piazza); a Francesco Tursi, medico lodigiano, presidente dell’Associazione Ossigenoterapia Riabilitativa Alor Onlus, che ha allestito la prima area Covid dell’Ospedale di Codogno, responsabile del servizio di pneumologia e sempre in prima linea durante la pandemia (proponente il Consigliere regionale Franco Lucente); alla famiglia Mario Beschi di Castelgoffredo (MN), che ha adottato prima una bimba russa affetta da sindrome fetoalcolica e, dopo la nascita del figlio e nonostante la difficoltà lavorative, disponibile ad accogliere in famiglia anche una terza bimba affetta da sindrome down, simbolo di chi riesce ad essere perseverante e superare le difficoltà burocratiche legate ai procedimenti di adozione (proponente la Consigliera regionale Alessandra Cappellari); a Mattia Muratore, sportivo monzese, grande appassionato del Powerchair Hockey, capitano e presidente degli Shark Monza e vincitore nel 2018 della Coppa del Mondo, che convive dalla nascita con l’osteogenesi imperfetta, la cosiddetta “malattia delle ossa di cristallo” (proponente la sezione ANA di Arcore); alla varesina Marzia Miglierina di Besozzo, che attraverso il Fondo Griffini Miglierina alla memoria di Amalia Griffini dal 1994 ha assegnato borse di studio a quasi cento giovani medici specializzati in Ostetricia, Ginecologia e Neonatologia (proponente la Provincia di Varese); a Cesarina Del Vecchio varesina da sempre impegnata a sostenere persone con disabilità e malati di autismo, fondatrice dell’associazione sportiva ASA Varese e che ha contribuito anche alla nascita della Fondazione Renato Piatti (proponente l’ANFASS Onlus di Varese).