“One shot, No Kill”, mostra fotografica e convegno a Milano

0
365

MILANO, 7 ottobre 2019-L’OIPA, nel pieno dell’apertura della stagione venatoria in tutto il territorio nazionale, ha deciso di lanciare “One Shot, No Kill” un progetto di sensibilizzazione che ha l’obiettivo indurre una riflessione sui diversi modi di approcciarsi alla natura, confrontando quello del cacciatore e del fotografo naturalista.

“Laddove il primo si dichiara amante della natura, ma di fatto la uccide e la strappa a chi vorrebbe goderne dopo di lui, il fotografo la rispetta, ammirandone in silenzio la bellezza, catturando immagini da condividere e lasciandola inalterata per chi ne vorrà godere dopo di lui – dichiarano Massimo Comparotto, presidente OIPA Italia Onlus e Luca Spennacchio, fotografo, autore e ideatore del progetto –
Lo sparo del cacciatore uccide, lo scatto del fotografo preserva: One Shot, No Kill.”

Il lancio del progetto sarà un evento che si terrà il 13 ottobre presso il Cam Garibaldi e si articolerà in una mostra fotografica, visitabile dalle ore 11.00, con gli scatti più suggestivi che dieci fotografi naturalisti, sensibili alla tematica hanno donato per celebrare la bellezza e l’unicità di alcune tra le specie più colpite dagli spari di cacciatori e bracconieri. A partire dalle ore 14.30 all’interno della sala conferenze prenderà il via il convegno che avrà come relatori fotografi naturalisti, etologi, zoologi e tratterà i segreti della fotografia naturalista e l’etologia delle specie ritratte, ma anche approfondimenti sulle problematiche legate alla caccia di specie a rischio e al bracconaggio.

L’accesso alla mostra e al convegno sarà gratuito.

Per visionare il programma dell’evento: http://www.oipa.org/italia/oneshotnokill/

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui