Tentata rapina sala slot di Lonate Pozzolo: identificato l’autore grazie alle videocamere

0
1144
Immagini di repertorio

BUSTO ARSIZIO, 16 novembre 2019-Un uomo che tentò di rapinare una sala slot è stato identificato e denunciato dal Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio.

Il fatto risale alla sera dello scorso 17 gennaio quando un individuo, con il volto nascosto da una sciarpa e un cappello che lasciavano scoperti solo gli occhi, entrò nel locale dopo averne bloccato la porta di ingresso per evitare che si richiudesse alle sue spalle rallentandogli la fuga.

Visti l’abbigliamento e il comportamento dell’uomo, che non lasciavano presagire nulla di buono, i due gestori cinesi della sala gli si fecero incontro ma vennero subito apostrofati con un imperioso “voglio i soldi!”.

Il malvivente non aveva però previsto la veemente reazione delle vittime: i due gli si scagliarono addosso ingaggiando una colluttazione nel corso della quale il rapinatore, prima di darsi alla fuga a mani vuote, perse cappello, sciarpa e un lungo coltello che teneva in tasca.

Immediate le indagini degli investigatori del Commissariato di via Ugo Foscolo che, subito arrivati sul posto, acquisirono le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza e sequestrarono gli oggetti persi dal rapinatore.

Questo, grazie ai fotogrammi e alla successiva comparazione tra le tracce biologiche repertate su sciarpa e cappello e il profilo genetico dell’indiziato, acquisito durante una perquisizione nella sua abitazione, è stato ora identificato come un trentottenne italiano di Lonate Pozzolo, con piccoli precedenti, e denunciato per tentata rapina alla Procura della Repubblica.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui