Elezione diretta Presidente della Repubblica: raccolta firme di Movimento Nazionale per la Sovranitá

0
1663

CARDANO AL CAMPO, 17 novembre 2019-Il Movimento Nazionale per la Sovranità – Cardano al Campo ha organizzato questa mattina un gazebo in Piazza S. Anastasio per la raccolta firme a sostegno del Disegno di Legge di iniziativa popolare per l’elezione diretta del Presidente della Repubblica e l’abolizione dei Senatori a vita.

“La figura del Capo dello Stato ha assunto negli ultimi anni un ruolo preminente nella vita politica italiana. In più di un’occasione l’intervento del Presidente della Repubblica ha segnato, in bene o in male, il destino del Governo di turno. Colui che rappresenta l’Unità Nazionale e presiede alla corretta applicazione delle regole del gioco non può più essere espressione di una sola forza politica o una ristretta schiera di partiti bensì deve avere un riconoscimento politico diretto e più ampio del corpo elettorale – ha dichiarato Daniela Leo, Consigliere Comunale MNs di Cardano al Campo..”

“Abbiamo assisto negli ultimi anni a Presidenti della Repubblica eletti dalla sinistra. Napolitano prima, eletto sotto Prodi e Mattarella poi eletto con Renzi danno l’idea di uno Stato nel quale colui che è deputato dalla Costituzione Italiana a ricoprire il ruolo di figura superpartes è di predominio di una sola fazione politica.

Lo stesso governo giallorosso continua il suo burrascoso iter di governo con il solo obbiettivo di rieleggere il prossimo Capo dello Stato.

Il popolo della destra italiana vuole che il Presidente della Repubblica sia espressione diretta dei cittadini e per questo il Movimento Nazionale per la Sovranità sostiene convintamente questo disegno di legge di iniziativa popolare – ha dichiarato Stefano Romano Vice Coordinatore Provinciale Varese”.

Il Movimento Nazionale per la Sovranità, continuerà nelle prossime settimane a organizzare gazebi in altri Comuni del hinterland della Provincia di Varese per portare all’attenzione dei cittadini la proposta di legge.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui