Dall’ex Ignis alla Whirpool: libro e mostra fotografica dove si racconta un pezzo di storia sindacale e operaia della nostra provincia

0
872

VARESE, 7 dicembre 2019- di GIANNI BERALDO-

Mostra fotografica davvero interessante quella allestita fino a domani, domenica 8 diciembre, al Salone Estense di Varese. 

Decine di fotografie a colori e in biano e nero (ingrandite mettendo in risalto bellissimi primi piani e altri particolari) che scandiscono oltre 60 anni di lotte sindacali in provincia di Varese ma soprattutto uno spaccato di storia con protagonisti i lavoratori metalmeccanici, categoria solitamente riconosciuta come la piú ”combattiva” nelle lotte sindacali e manifestazion, per ottenere o mantenere i propri diritti. Oltre alle foto, molto interessanti sotto il profilo storico pure diversi documenti orginali d’epoca.

Nel caso specifico, questa mostra analizza la lunga storia dell’attuale Whirlpool partendo ovviamente dagli anni del boom economico quando la nota industria di elettrodomestici (ora divenuta una grande corporation di proprietá statiunitense), era conosciuta in tutto il mondo come la Ignis di Giovanni Borghi, patron varesino che fondó il suo impero industriale partendo dal grande polo con sede a Cassinetta di Biandronno, fabbrica  che negli anni Sessanta e decennio successivo dava occupazione e ben 7000 dipendenti. 

Una vera cittadella con tanto di alloggi, piscina e centro sportivo dove potersi rilassare (alloggi occupati in parte pure da diversi campioni dello sport sponsorizzati Ignis).

Sito produttivo di Cassinetta di Biandronno ora decisamente ridotto rispetto al passato, con una produzione che rimane in vita grazie alla fortunata realizzazione di forni a incasso e forni microonde.

Piú critica invece la situazione inerente lo stabilimento piú importante a livello numerico situato a Napoli, sempre piú vicino alla chiusura definitiva.

«Forse non tutti sanno che lo stabilimento di Napoli é stato il primo sito produttivo della Ignis, con Borghi che in tal modo incassava finanziamenti derivanti dalla Cassa del Mezzogiorno», dice Rinaldo Franzetti ex sindacalista che tra Ignis e Whirpool nella fabbrica di Cassinetta ci ha lavorato una vita intera ossia dal 1963 al 2003.

rinaldo_franzetti_whirpool_sindacalista_
Rinaldo Franzetti

Storie e aneddoti  raccontate anche nel bel libro scritto dallo stesso Franzetti intitolato ”Tratti di memoria”-dalla Ignis alla Whirpool”, dove si narra appunto la storia di una delle piú importanti fabbriche di elettrodomentici nel mondo, partendo da un punto di vista personale frutto appunto di anni di lotte sindacali e di grande passione per il suo lavoro, fino ad arrivare ai giorni nostri con tutte le difficoltá e visioni diverse della societá anche da parte degli stessi operai.

Libro realizzato grazie al contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto, di Anteas, Fnp Laghi, Cisl Pensionati e Fim-Cisl Laghi, corredato da foto molto belle-molte delle quali presenti nella mostra- oltre a riportare documenti importanti a fini storici, come testi tratti da volantini d”epoca, copertine di riviste sindacali e molto altro ancora. Libro scandito da sequenze temporali ben precise suddivise a capitoli ma soprattutto resoconto efficace e diretto di come sia cambiato sia il mondo del lavoro che il sindacato nei decenni.

Insomma mostra e libro altamente consigliati anche perché la memoria del passato aiuta a fare crescere il presente proiettandoci nel futuro.

direttore@varese7press.it

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui