Colonia gatti scuola primaria di Ferno, risponde il sindaco Gesualdi: ”Li sposteremo in altra area sotto controllo”

0
537

FERNO, 30 dicembre 2019 – “Esprimo una forte condanna per un atto, che se confermato nella sua dinamica, si dimostra particolarmente crudele ed incivile e che non può e non deve restare impunito”. Sono le parole del Sindaco di Ferno, Filippo Gesualdi, all’indomani della notizia del gatto ucciso in paese.

“Fermo ed indiscusso il rammarico per il fatto accaduto – prosegue il Primo Cittadino – ritengo, però, doveroso rendere alcune precisazioni in merito a notizie non corrette apparse in questi giorni sui social e su alcuni mezzi di stampa con riguardo ai gatti presenti all’interno del cortile della scuola primaria Monsignor Bonetta”.

“In primo luogo – spiega Gesualdi – la colonia di gatti all’interno del cortile della scuola non risulta ufficialmente censita. Da diverse settimane, inoltre, la presenza di questi gatti sta provocando forti disagi con gravi ripercussioni anche sulla gestione didattico-educativa della scuola, tanto che si è reso necessario spostare una classe di alunni di prima per via dell’inagibilità dell’aula dovuta a residui organici maleodoranti e a conseguenti precarie condizioni igienico-sanitarie, confermate dai sopralluoghi effettuati da personale Ats”.

 “Tale situazione ha fatto ritenere opportuno lo spostamento dei felini in altra area”  precisa il Sindaco che nelle scorse settimane, unitamente all’Assessore alla Pubblica Istruzione, ha incontrato la Signora Enza Lanzafame, il Comandante della Polizia Locale e la Presidente del gattile di Lonate Pozzolo, proprio alla ricerca di una soluzione condivisa che sembrava essere stata trovata e da tutti accettata consistente nello spostamento dei gatti in area più idonea, con tutte le cautele del caso. “In questo momento la priorità – dichiara il Sindaco Gesualdi – è la tutela del benessere dei bambini in ambito scolastico, ovviamente nel rispetto degli animali”.

 Nel frattempo, proprio nell’ottica dello spostamento dei felini e anche su giustificata istanza della Dirigenza Scolastica, si è provveduto ad emettere un’ordinanza urgente per vietare a chiunque la somministrazione e il deposito di cibo per gatti all’interno ed all’esterno del cortile della scuola, ad eccezione delle persone espressamente autorizzate dall’Amministrazione Comunale ai fini dello spostamento dei gatti stessi.

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui