La Befana sestese arriva dal fiume portando dolci e…carbone

0
833

SESTO CALENDE, 2 gennaio 2020-Dopo aver assistito al grande successo dello “sbarco” di Babbo Natale a Sesto Calende, il Comitato Il Palio Sestese, in collaborazione con il CSCK, la Pro Loco, il Club 73, il Parco del Ticino e il Club delle Befane, supportati dalla locale associazione commercianti e dalla confcommercio di Gallarate, ha organizzato il ritorno della Befana Sestese. Évento che si svolgerá ovviamente lunedí 6 gennaio, dalle ore 17 alle ore 20 del 6 gennaio in Viale Italia, nei pressi dell’obelisco, dove potrete assistere al

Parliamo di vecchie tradizioni, in molti ricorderanno la Befana di “San Giorgio”, alla quale il mai dimenticato Guido Boffo ha dato, negli anni, tanta energia.

Gli amici del Palio, tra i quali i nipoti di Guido, Oscar e Ivana Boffo, sono all’opera da tempo; stanno costruendo una zattera sulla quale verrà posto al centro il fantoccio della Befana, successivamente incendiato mediante una fiaccola.

La tradizione vuole che la Befana sia rappresentata da una vecchia per indicare la fine di un ciclo, dal solstizio d’inverno si passa dal vecchio al nuovo periodo nel quale iniziano ad allungarsi le giornate. Il rito di bruciare la “vecchia” è considerato di buon auspicio per l’anno che verrà. Nella cristianità la Befana è legata all’arrivo dei Re Magi.

La piattaforma, ancorata nello specchio d’acqua antistante l’obelisco di Viale Italia, sarà visibile da tutti i partecipanti all’evento dal lungo fime.

Non mancheranno cioccolata calda per i bambini, vin brulè per mamme e papà, mentre il Club delle Befane distribuirà caramelle e dolcetti per i bambini.

“La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte col cappello alla romana viva viva la Befana”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui