Fondi per interventi preventivi in Lombardia contro danni naturali all’ambiente

0
558

MILANO, 9 febbraio 2020-La Regione Lombardia, nell’ambito del Piano di sviluppo rurale, ha pubblicato un bando da 18 milioni di euro per realizzare interventi volti alla prevenzione di danni alle foreste causati da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici.

L’obiettivo è quello di favorire la migliore gestione delle foreste, prevenendo i fenomeni che possano incidere negativamente sui boschi e sul territorio. Gli interventi finanziabili mirano inoltre a garantire un’efficace regimazione delle acque e pertanto a ridurre il rischio di erosione, nonché a una migliore conservazione della biodiversità e del paesaggio forestale.

“L’entità delle risorse testimonia l’attenzione della Regione Lombardia per la tutela delle foreste. Con 620 mila ettari siamo la terza regione italiana per superficie forestale e vogliamo curarla affinché sia una straordinaria risorsa sia sotto il profilo ambientale che economico” ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricolatura Fabio Rolfi presentando i contenuti del bando.

Fabio Rolfi assessore regionale Ambiente e Agricoltura

La domanda di aiuto può essere presentata da enti pubblici che gestiscono squadre antincendio boschivo, enti di diritto pubblico, consorzi forestali riconosciuti e soggetti privati.
Le domande possono essere presentate dal 10 febbraio 2020 al 30 aprile 2020.

“Ci sono quattro linee di finanziamento – ha aggiunto Rolfi – dedicate alla realizzazione di infrastrutture di supporto alle attività di antincendio boschivo, a interventi selvicolturali per il miglioramento dei soprassuoli boscati, all’acquisto di attrezzature per la prevenzione di incendi boschivi e alla realizzazione di sistemazioni idraulico-forestali. Curare le foreste significa crescere in sostenibilità, creare economie in grado di arrestare lo spopolamento delle montagne e prevenire il dissesto idrogeologico”.

La superficie forestale in Lombardia è di 619.893 ettari: ricopre il 26% del territorio regionale e il 2% di quello nazionale. Le foreste sono maggiormente diffuse nella provincia di Brescia (28%), seguono le province di Sondrio, Bergamo e Como. Gli oltre 600 mila ettari del patrimonio forestale sono distribuiti per la maggior parte in montagna (81%). In collina si trova il 12% e in pianura il 7%.

“In questi due anni – ha rimarcato Rolfi – abbiamo messo in atto una serie straordinaria di interventi volti a tutelare il nostro patrimonio boschivo. Dopo la tempesta Vaia abbiamo messo a disposizione oltre 15 milioni di euro ed effettuato tagli di sgombero in Lombardia su oltre 800 ettari di superficie. Solo nell’ultimo anno nella nostra regione i boschi con certificazione ambientale, ossia riconosciuti a livello internazionale come gestiti in modo sostenibile, sono quasi raddoppiati, passando a coprire da 38.885 a 70.486 ettari, pari all’11% dei boschi lombardi contro una media nazionale del 9%. Intendiamo proseguire in questa direzione per rafforzare la filiera bosco-legno lombarda”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui