Fabio Zucconelli, sindaco di Brusimpiano, sceglie Italia Viva: ”Per la prima volta mi tessero a un partito”

0
969
La parlamentare Maria Chiara Gadda con Zucconelli

ROMA, 22 febbraio 2020-Per la prima volta ho deciso di tesserarmi ad un partito, dopo anni di passione politica ed impegno amministrativo perché condivido il progetto politico di Italia Viva.” Così Fabio Zucconelli, sindaco di Brusimpiano e primo delegato varesino alla assemblea nazionale di Italia Viva in corso oggi a Roma.

“Italia Viva si fonda su due pilastri, i sindaci e i comitati civici, che da oggi lavoreranno su una piattaforma nazionale e territoriale condivisa e articolata su 30 “cantieri tematici”. Voglio portare la mia esperienza e il mio contributo di idee, perché in questo momento abbiamo bisogno di coinvolgere tutte le persone che stanno vedendo gli effetti delle ricette populiste sulla nostra economia e sulle nostre comunità. Da sindaco vedo l’urgenza di ridurre la burocrazia per rilanciare gli investimenti e sbloccare i cantieri con un piano shock. I cittadini e soprattutto i nostri giovani hanno bisogno di lavoro e di guardare al futuro con fiducia, e quando Italia Viva dice che il reddito di cittadinanza non funziona non significa che non abbiamo a cuore le fragilità delle persone.

È vero l’esatto opposto, misure assistenzialistiche come il reddito di cittadinanza,  votato dal governo gialloverde, hanno totalmente escluso i sindaci e penalizzato i soggetti più fragili come famiglie numerose e senzatetto. La povertà non è solo una questione di reddito, serve una vera presa in carico della persona e dei suoi bisogni, che coinvolga la rete territoriale. Incomprensibile che non sia stato implementato il reddito di inclusione avviato nella scorsa legislatura. Martedì la ministra Bonetti porterà il piano per la famiglia in consiglio dei ministri, credo davvero che questa sia la priorità perchè servono risposte concrete. In questi anni molte forze politiche hanno parlato di famiglia, senza mai promuovere politiche di largo respiro e gli effetti della denatalità si vedono anche sulla nostra economia. Da sindaco sono a favore della proposta lanciata da da Matteo Renzi del “Sindaco d’Italia”, vorrei una democrazia decidente con un presidente del Consiglio che si assuma la responsabilità di dare stabilità al Paese con maggioranze chiare. Insomma, non ci sto al racconto per cui Italia Viva sta facendo solo polemiche per ricerca di visibilità. Mi pare siamo gli unici in questo momento a mettere sul tavolo proposte per la crescita e l’equità sociale.” Così Fabio Zucconelli a margine dell’assemblea nazionale di Italia Viva a Roma. 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui