Editoriale: ”Rialzarsi tutti insieme facendo rivivere Varese”

0
1427
Piazza Montegrappa, il cuore della cittá

VARESE, 2 marzo 2020- di GIANNI BERALDO-

Non sappiamo quando possa concludersi questa lunga fase di emergenza sanitaria dovuta al coronarovirus, una brutta faccenda che sta cambiando la vita a tutti noi.

Peró rimane un fatto certo: prima o poi si troveranno valide soluzioni ed il picco di contagi cesserá fino al ritorno della normalitá. 

Nel frattempo la situazione a livello economico (ma pure psicologico) per Varese é davvero grave.

La cittá, i cittadini, fino a pochi giorni fa stavano reagendo bene a questa situazione non preventivabile solo fino a qualche settimana fa, poi il collasso.

Strade deserte, negozi vuoti cosí come ristoranti e alberghi senza piú prenotazioni, alcune addirittura cancellate fino al prossimo mese di maggio, poi si vedrá. Danno economico evidente che graverá su migliaia di lavoratori e loro famiglie.

Senza dimenticare tutti gli operatori sanitari costretti a doppi turni e oramai sfiniti da decine di ore di lavoro in emergenza sensa soste.

Insomma Varese é una cittá in ginocchio ma deve essere in grado rialzarsi.

Per questo il sindaco di Varese Davide Galimberti ha deciso di infondere una buona dose di fiducia pensando al domani, alla rinascita di Varese in ogni suo comparto dichiarando

Sindaco Davide Galimberti

«Quando questa fase di emergenza sarà finita, dovremo pensare ad una serie di manifestazioni ed eventi da svolgere a Varese dedicati ai settori della cultura, dello spettacolo e dello sport. Penso a iniziative che possano invadere la città, valorizzando tutte le realtà attive sul nostro territorio», poi aggiunge « Invito tutti i varesini già da ora ad inviarmi proposte e suggerimenti che valuteremo insieme. Per quanto riguarda il sostegno all’economia il Governo sta già varando diversi provvedimenti e in questo senso anche il Comune farà la sua parte: stiamo già studiando misure in tal senso».

Rialzarsi tutti insieme é un imperativo, ma i varesini hanno instillato nel loro dna quella caparbieta’, altruismo e capacitá di riprendersi dopo ogni brutta botta.

E presto sconfiggeremo pure questo coronavirus, che alla fine rimarrá solo un triste, maledetto, brutto ricordo.

direttore@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui