Bonino sulla questione migranti: ”Non possiamo dire ai pomodori di aspettare Crimi per maturare”

0
647
Migranti durante raccolta nei campi

ROMA, 9 maggio 2020-La senatrice di +Europa, Emma Bonino, in un’intervista a ‘Immagina’ interviene sul tema della regolarizzazione dei migranti: “Con i radicali porto avanti da anni le stesse proposte oggi più che mai attuali, la questione è lampante per tre ordini di motivi: l’umanità, la legalità aiuta la sicurezza, e il terzo è che ne abbiamo bisogno.

Non discuto le motivazioni dell’uno e dell’altro, ma come dice la ministra Lamorgese, nei campi chi ci mandiamo? Dobbiamo dire ai pomodori di aspettare a maturare per Crimi?”.

La senatrice ricorda anche che “tra il 2000 e il 2008 il governo di destra ha fatto le due più grandi sanatorie in Europa, legalizzando oltre 800mila persone. All’epoca non ho visto manifestazioni né proteste, dunque è evidente che la motivazione è solo il consenso. Non c’è alcuna motivazione né tecnica né giuridica per opporsi alla regolarizzazione e oggi sono tutti schierati a favore, da Confindustria ai sindacati”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui