Il brand Fazzini nel campo delle mascherine: una parte della produzione devoluta alla CRI di Gallarate

0
908

GALLARATE, 11 maggio 2020-Si allunga l’elenco delle aziende che hanno deciso di riconvertire la propria produzione per rispondere alla crescente domanda di prodotti e dispositivi di protezione a causa dell’emergenza Coronavirus in Italia.

Fazzini, brand italiano di eccellenza nella produzione di biancheria per la casa, dopo aver ricevuto l’autorizzazione da parte del ISS (Istituto Superiore di Sanità), si aggiunge alla lista dei grandi nomi della moda e del tessile in prima linea nella lotta contro la diffusione del virus.

L’azienda, solida, creativa, che da sempre fa del gusto e del fascino del Made in Italy i suoi valori fondamentali, ha riconvertito parte della sua produzione in due tipologie di mascherine:

 – Mascherine chirurgiche Conchiglia Type IIR*, che soddisfano i requisiti richiesti dalle norme UNI EN ISO 10993-1:2010 e UNI EN 14683:2019 e prodotte ai sensi dell’art. 15 comma 3 del DL 17 marzo 2020, n. 18.

– Mascherine Conchiglia Plus**, filtranti in uso alla collettività, prodotte ai sensi dell’art. 16 comma 2 del DL 17 marzo 2020, n. 18.

Le mascherine Conchiglia Plus si distinguono dalle precedenti per l’aggiunta di elementi estetici, da sempre tratto riconoscibile del savoir faire dell’azienda. Lo strato esterno, infatti, è stato realizzato in Puro Lino Tinta unita, in 3 diversi colori (Blu quetzal, Rosso rubino e Senape), e per gli elastici è stato scelto il nero.

Le mascherine sono in vendita sull’e-commerce www.fazzinihome.com, in tutti gli Store Fazzini e presso i rivenditori di tutta Italia, inoltre una parte della produzione delle mascherine Conchiglia Plus sarà devoluta alla Croce Rossa sezione di Gallarate.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui