Calcinate del Pesce senza medico di base. L’appello del sindaco Gailmberti: ”Non possiamo permetterci questa situazione”

0
661

VARESE, 17 giugno 2020-“La medicina territoriale è fondamentale. Se gli ultimi mesi di emergenza sanitaria ci hanno insegnato qualcosa è proprio questo.

In questo periodo abbiamo verificato l’importanza assoluta dei medici di base e quanto la loro vicinanza alla popolazione possa fare la differenza. Per questo non possiamo permetterci di sottrarre al nostro territorio nemmeno una risorsa e chiediamo che Ats Insubria provveda a non lasciare scoperto il presidio medico di base nel quartiere di Calcinate del Pesce”.

Interviene così il sindaco Davide Galimberti alla notizia comunicata da Ats Insubria ai residenti di Calcinate del Pesce che il medico di base del quartiere cesserà l’attività dal primo luglio del 2020.

Specialmente in questo periodo – prosegue il sindaco – non possiamo permetterci questa situazione. Senza contare che una parte della popolazione del quartiere è in età avanzata e presenta problemi di mobilità, dunque per molte persone sarebbe un vero disagio dover raggiungere un altro ambulatorio più distante. Inoltre – insiste Galimberti – la perdita del medico di base rappresenterebbe un impoverimento per l’intero quartiere. Chiediamo dunque ad Ats Insubria di rivedere la propria decisione e di ricercare un altro medico di base disposto a continuare a prendersi cura del quartiere”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui