I sindacati denunciano: “I Vigili del fuoco di Varese sempre più carenti di personale: a rischio le uscite per emergenza”

0
514
Vigili del Fuoco (foto di archivio)

VARESE, 1 luglio 2020-Il comando di Varese soffre di una carenza cronica di personale, carenza che mette in seria sofferenza lo stesso dispositivo di soccorso, costringendo spesso alla riduzione dei supporti (autobotti, autoscale, ecc) su tutte le sedi e addirittura, fatto ben più grave alla chiusura di una o più presidi sul territorio, il tutto a danno della collettività.
Con l’ultima mobilità di capi squadra (tralasciamo le tempistiche dove prima di far arrivare i neo assegnati sono stati fatti spostare “gli anziani”, creando un buco di diversi giorni) erano previsti al Comando 45 neo CS di cui : 3 persi “per strada”, 6 non si sono presentati, 2 sono stati immediatamente trasferiti dal Direttore Regionale a Milano, 6 hanno già presentato formale domanda di articolo (quindi ad oggi si prospetta una carenza che a breve raggiungerà le 17 unità, salvo ulteriori, oltre ai 18 già in carenza d’organico).
Per quanto concerne l’organico complessivo del Comando abbiamo una situazione di : 37 trasferiti temporanei, tra i quali 2 vigili trasferiti a Milano nei mesi scorsi sempre dal Direttore Regionale.
In sostanza tra sottufficiali e vigili si ha una carenza di ben 58 unità a fronte di 491 di organico, circa il 15 % del personale operativo.
Senza contare la carenza cronica di autisti, che ormai ha messo in ginocchio il dispositivo, di fatto chiunque abbia una patente guida, dal primo Capo Reparto Esperto, all’ultimo Capo Squadra generando così la mancanza delle figure dei sottufficiali che già sono carenti.

A fronte di quanto sopra, la Direzione Regionale Lombardia ha assegnato 360 ore di
straordinario, rispetto alla carenza di 9.744 ore complessive. Definirla una goccia in un mare è pure arduo !
Il personale è stanco di questa situazione che costringe a continue sostituzioni, chiusura delle sedi e a operare senza supporti.
Il tutto crea un carico di lavoro notevole, mettendo in serio stress tutti gli operatori.
chiediamo
Che vengano trovate soluzioni in tempi celeri a quanto sopra evidenziato, prima che qualche vigili del fuoco  ci rimetta del suo; non da meno i cittadini che da NOI si aspettano una puntuale e pronta risposta, cosa che ad oggi fatichiamo notevolmente a dare. Risposta che avviene
solo grazie allo spirito di abnegazione e sacrificio, ma di fronte a un disinteresse nei nostri confronti sta venendo a mancare.
In attesa di un riscontro celere attendiamo risposta a stesso mezzo e porgiamo cordiali saluti.

FNS CISL CONAPO CGIL UIL PA
Il Coordinatore Regionale Maurizio Marzegan Marco Franzet Rosario Galizia
con delega

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui