La Goletta dei Laghi sbarca sul Lago Maggiore, Ceresio e di Varese

0
721

VARESE, 5 luglio 2020-Parte dalla Lombardia la quindicesima edizione della Goletta dei Laghi, la campagna di Legambiente in difesa delle acque dei bacini lacustri italiani.

I grandi temi al centro della campagna in arrivo sui Laghi Maggiore, Ceresio e Varese dal 4 all’11 luglio prossimi, saranno gli scarichi non depurati e inquinanti, l’abusivismo, i rifiuti e le microplastiche nelle acque.

Nel rispetto delle restrizioni per il distanziamento fisico imposte dalla pandemia, il viaggio di Goletta dei Laghi quest’anno vivrà di una formula inedita all’insegna della partecipazione attiva dei cittadini, con più spazio a citizen science e territorialità.

Nei giorni scorsi un team di tecnici e volontari dell’associazione ha effettuato i campionamenti in prossimità delle sponde dei laghi, affidando le analisi microbiologiche a laboratori certificati presenti sul territorio. L’ufficio scientifico di Legambiente si è occupato della formazione e del coordinamento di centinaia di volontari e volontarie che sono già al lavoro per raccogliere campioni di acqua e scovare le situazioni più critiche di inquinamento legate alla cattiva depurazione dei reflui. La missione di Goletta dei Laghi infatti, resta sempre quella di non abbassare la guardia sulla qualità delle acque e sugli abusi che minacciano le coste.

Lago Ceresio

Partner di Goletta dei laghi 2020 sono CONOU, Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati, e Novamont, azienda leader a livello internazionale nel settore delle bioplastiche e dei biochemicals. Media partner della campagna è invece La Nuova ecologia.

La tappa tra il 4 e l’11 luglio toccherà tre laghi: il Lago Maggiore, il Lago Ceresio e il Lago di Varese. Domenica 5 luglio si inizierà con la pulizia della spiaggia di Laveno con il ritrovo alle 9:30 sul lungolago a sud dell’imbarcadero. Giovedì 9, alle 11:30 si terrà a Varese la conferenza stampa di presentazione dei risultati delle analisi svolte nelle acque del Lago Maggiore e del Ceresio. Il 10 luglio alle 9:30 con appuntamento a Parco Zanzi (Schiranna di Varese), si terrà una bicicletta intorno al Lago di Varese. Sempre il 10, alle ore 18, il Tennis Bar di Villa Toeplitz di Varese diventerà lo scenario di una serata intitolata “Luci e ombre del lago di Varese. Storie del territorio con amministratori e cittadini dei comuni del lago.” Infine sabato 11 alle ore 10 presso la Sala Luraschi di Porto Ceresio ci sarà la conferenza stampa di presentazione dei dati sul Lago Ceresio con i sindaci dei comuni rivieraschi.

Fondamentale, come sempre, il contributo dei cittadini, a cui è dedicato il claim dei viaggi sulle coste marine e lacustri: “Quest’anno la Goletta più importante sei tu”. Tramite il form di SOS Goletta, sarà possibile segnalare a Legambiente situazioni sospette di inquinamento di mare, laghi e fiumi per consentire all’associazione e ai suoi centri di azione giuridica di valutare la denuncia alle autorità.

Cittadini protagonisti anche grazie alla sfida social dell’estate, la #GolettaChallenge: Legambiente invita a ripulire dai rifiuti anche un piccolo pezzettino di spiaggia e a condividere la foto sui social, sfidando tre o più amici a fare altrettanto. Per aderire basta taggare Legambiente e inserire #GolettaChallenge nel post, contribuendo a una catena di buone azioni in difesa del pianeta.

Dopo la prima tappa sui Laghi Maggiore-Ceresio-Varese, il viaggio di Goletta dei Laghi in Lombardia continuerà dall’11 al 16 luglio sui Lago di Como, dal 16 al 21 sul Lago d’Iseo e dal 22 al 27 su quello di Garda.

Goletta dei Laghi sarà anche l’occasione per tornare sul tema delle microplastiche nelle acque interne, attraverso la pubblicazione inedita dei dati del monitoraggio dell’edizione 2019, realizzato in collaborazione con ENEA e IRSA/CNR. Inoltre tre laghi – Garda, Trasimeno e Bracciano – saranno al centro del progetto Blue Lakes che ha l’obiettivo di prevenire e ridurre l’inquinamento da microplastiche nei laghi, coinvolgendo partner scientifici, associazioni, autorità competenti e istituzioni. Il partenariato è coordinato da Legambiente e completato da Arpa Umbria, Autorità di Bacino dell’Appennino Centrale, Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), Università Politecnica delle Marche, Global Nature Fund e Fondazione Internazionale del Lago di Costanza in Germania.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui