Gianluigi Paragone ha presentato il suo partito ”No Europa per l’Italia-Italexit con Paragone”.

2
876
Gianluigi Paragone ha fondato il suo partito antieuropeista

VARESE, 23 luglio 2020- di GIANNI BERALDO-

Alla fine ha fondato un suo partito remando contro le logiche economiche e politiche dell’Europa.

Stiamo parlando del giornalista e senatore varesino Gianluigi Paragone che oggi a Roma ha presentato ufficialmente “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”.

Nome lunghissimo difficile pure creare un acronimo per brevitá, oltre a colpire il fatto di utilizzare il suo nome giá nel titolo.

Eletto senatore nel 2018 con Movimento 5 Stelle (dopo aver frequentato per anni la Lega Nord), fin da subito si é scontrato apertamente con nomi di peso di M5S come l’attuale ministro degli Esteri Luigi Di Maio mentre ottimo il feeling Luidi Di Battista, tra i nomi storici del movimento senza (apparentemente almeno) incarichi politici importanti.

Diverbi che hanno portato Paragone  ad abbandonare i grillini per far parte del Gruppo Misto.

«Questo é un partito partito di chi vuole liberare il nostro Paese dalla gabbia dell’Unione Europea e della moneta unica oltre a volere recuperare la sovranità monetaria», questo il manstra del suo fondatore che aggiunge che Italexit punta fermamente nell’uscita dell’Italia dall’Europa.

Monica Lozzi sará candidata a sindaco di Roma con Italexit (foto profilo FB)

Paragone vuole partire subito alla grande e senza troppi fronzoli, candidando Monica Lozzi, presidente del VII Municipio di Roma e anch’essa ex di M5S, alla prossima corsa per sindaco della Capitale.

La stessa Lozzi che suo profilo facebook oggi dichiara «Oggi è il giorno in cui esco dal “Movimento 5 stelle”. Oggi è il giorno in cui mi lascio alle spalle l’amarezza e la delusione di aver creduto in un sogno mandato in frantumi da una classe dirigente non all’altezza e priva di ogni vera visione politica e capacità di ascolto.

Oggi esco da un partito che ha disatteso gran parte delle sue istanze, illudendo i cittadini di poter e voler davvero cambiare le cose in questo Paese».

Cosí ha deciso di ripartire con Italexit.

direttore@varese7press.it

 

 

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

2 Commenti

  1. Vogliono sfasciare l’Europa, puntano sui disperati e sui conflitti delle grandi potenze. Ci daranno lacrime e sangue e ci pagheranno con una montagna di carta straccia, stampata a vagonate e chiamata lira; Ci renderà schiavi dei debitori internazionali che ci compreranno a quattro soldi. Altro che orgoglio nazionale!! Conteremo zero, ma forse lui pensa ad una dittatura che ci isola dal mondo rimandandoci tutti in campagna, senza riscaldamenti e vivendo di pane e vino.

  2. Figuriamoci che fiducia si può avere di un “senatore” che passa dalla Lega al Movimento 5 stelle per potersi garantire solo un futuro economico con i Nostri soldi.
    Un altro Giullare da pagare…. Vergogna

Rispondi a Bruno.G Cancella la risposta

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui