Trittico Lombardo in gara unica: partenza da Legnano arrivo a Varese

0
514

MILANO, 23 luglio 2020-Il Comitato Organizzatore del Grande Trittico Lombardo – UCI ProSeries (Coppa Bernocchi, Coppa Agostoni e Tre Valli Varesine) ha presentato oggi, 23 luglio, presso l’Auditorium Testori – palazzo Regione Lombardia, Piazza Città di Lombardia, il programma della gara che si correrà il prossimo 3 agosto.

Lo sconvolgimento del calendario mondiale ha comportato il riposizionamento di tutte le gare internazionali UCI in un lasso di tempo molto ristretto, con l’inevitabile sovrapposizione di competizioni illustri.

I presidenti Renzo Oldani della Società Ciclistica Alfredo Binda, Luca Roveda della U.S. Legnanese 1913 e Silvano Lissoni della Sport Club Mobili Lissone, hanno voluto però lanciare un messaggio positivo proponendo un nuovo progetto di solidarietà e collaborazione tra le società sportive.

Le tre storiche gare del Trittico Regione Lombardia (Tre Valli Varesine, Coppa Bernocchi e Coppa Agostoni) eccezionalmente per il 2020, hanno dato vita al Comitato Grande Trittico Lombardo, promotore dell’omonima competizione ciclistica inserita nel calendario UCI ProSeries.

Il Gran Trittico Lombardo si disputerà dunque in un’unica gara, che toccherà i punti cardine del percorso: partenza da Legnano, percorrenza a Lissone e arrivo a Varese.

Tra gli ospiti presenti in sala il Presidente Regione Lombardia, Avv. Attilio Fontana, l’Assessore Sport Regione Lombardia, Dr.ssa Martina Cambiaghi, insieme ai rappresentanti delle tre città del Grande Trittico Lombardo: Il vice commissario prefettizio Giuseppe Mele per la città di Legnano, il Sindaco di Lissone Concettina Monguzzi  e Dino De Simone, Assessore allo Sport per il Comune di Varese. Presenti anche i presidenti delle tre società organizzatrici (riunite nel Comitato Grande Trittico Lombardo rappresentato da Alberto Caleffi): Luca Roveda per l’U.S. Legnanese 1913, Silvano Lissoni per lo Sport Club Mobili Lissone e Renzo Oldani  per la Società Ciclistica Alfredo Binda. Sul palco anche i rappresentanti dei partner come Marco Aldeghi (Banco BPM), Paolo Nozza (Presidente Ferrovienord), Alfredo De Martis (Centro Car Cazzaro Saronno). Ha moderato il giornalista Alessandro Brambilla.

Attilio Fontana: Si ricomincia a parlare di sport e normalità, della vita che ricomincia a fluire pur con qualche limitazione. Credo che sia bellissimo quello che le tre società sono riuscite a fare spogliandosi ciascuno della propria storia per fare qualcosa di nuovo in questo momento di difficoltà. Grazie alle Società, allo Sport e alla Lombardia che dimostra di essere forte e determinata”.

Martina Cambiaghi: “Quando ho ricevuto la lettera del presidente Oldani, quando nessuno di noi sapeva se lo sport sarebbe ripartito, mi sono emozionata. Ho visto in voi l’esempio sportivo della concretezza, pragmatismo, coraggio, solidarietà tipico dei lombardi […]. Vi siete reinventati e siete andati avanti, avete fatto rete, sistema tra di voi, tre importanti società ciclistiche della Lombardia, ma anche tra le Istituzioni, Partner e Sponsor. Tutti insieme siamo riusciti a fare squadra. Per portare quello che è forse l’unico esempio di come lo sport lombardo si sia reinventato per poter presentare all’intero mondo, visto che sarà in diretta RAI, quello che è il bello dello sport lombardo: il ciclismo, le nostre terre, il nostro territorio, la nostra economia, le nostre peculiarità. Nei diversi convegni vi cito sempre come esempio, perché siete riusciti a portare qualcosa di nuovo, diverso, tradizionale”.

Renzo Oldani presidente della società Binda

Alberto Caleffi“Vogliamo dare un segnale alle Istituzioni e agli Sponsor che hanno accettato di vivere questa avventura. Mi auguro che il 3 agosto sia un momento di ripartenza, dove non si riprenderà solo a correre. Faremo tutto il possibile perché la gara abbia la migliore qualità dal punto di vista sportivo, ma stiamo facendo di tutto per rispettare i protocolli imposti affinché sia garantita la sicurezza della salute. (Auguriamo) Alla Lombardia martoriata da questa emergenza, che possa rialzarsi e riprendersi come ha sempre fatto, come pilastro dell’Italia”.

Giuseppe Mele: In una situazione così difficile si è pensato di mettere insieme il meglio della Lombardia in questo sport. E’ stata individuata una soluzione di grande intelligenza, che sottolinea l’aspetto sportivo, di solidarietà e di vicinanza di tre zone della Lombardia, per sottolineare un aspetto fondamentale: Uniti si vince. (??)

Silvano Lissoni. “Lo Sport Club ha da subito abbracciato l’idea per dare vita a questo nuovo evento, non è stato facile mettere insieme tre gare e farne una sola: tre fedi sportive, tre città, tre territori, un triangolo in mezzo alla Regione. In questo percorso Lissone fa la parte iniziale media: per regioni chilometriche  non ci sta il Lissolo, ma ci saranno  i due giri finali dell’Agostoni e il traguardo volante che si vincerà sul rettilineo dell’Agostoni. Se ci fosse un senato dello sport saremmo seduti in prima fila”. Un ricordo commosso per  il  Presidente (per 50 anni) dello Sport Club Mobili Lissone ERMANNO ERBA

Concetta Monguzzi: “E’ qualcosa di grandioso quello che sta succedendo. Quando ci capita di vivere questi periodi complicati, rischiamo di perderci. Allora credo che la soluzione sia di mettercela tutta con uno spirito di collaborazione e solidarietà. Quello che stiamo facendo oggi è un grande segno per l’identità del territorio. Non ci siamo persi, ci siamo con tenacia e determinazione”. Una citazione speciale per i Trofei d’autore destinati al vincitore del Grande Trittico Lombardo e al vincitore del traguardo volanti di Lissone.

Renzo Oldani“Noi del ciclismo abbiamo grinta, soffriamo, ci crediamo. Ci saranno salite e discese, ma ci crediamo, insieme alle Istituzioni e ai Partner che ci sostengono. Insieme si può”. Invito alla collaborazione e al rispetto dell norme anti Covid 19.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui