Torna in campo la Nazionale di Mancini: tour de force di 8 partite con debutto contro Bosnia Erzegovina

0
650

VARESE, 28 luglio 2020-Dopo il lungo stop forzato dall’emergenza Coronavirus, la Nazionale tornerà in campo a settembre con un calendario molto intenso, che vedrà protagonisti gli Azzurri di Roberto Mancini in un mini tour de force. Saranno otto le gare, da disputarsi in 75 giorni, con trasferte in Olanda, Polonia e Bosnia Erzegovina, che si sommeranno alle cinque tappe nel nostro Paese.

L’Italia riprenderà le fila del discorso dalla prima delle due sfide consecutive di UEFA Nations League, in programma contro la Bosnia Erzegovina venerdì 4 settembre allo stadio ‘Artemio Franchi’ di Firenze. Nel capoluogo toscano, la Nazionale è imbattuta dopo 26 incontri disputati con 20 vittorie e 6 pareggi. Risale a cinque anni fa l’ultimo match giocato al Franchi, quando un gol di Graziano Pellé regalò agli Azzurri il successo per 1-0 su Malta e tre punti preziosi per la qualificazione a EURO 2016.

Lunedì 7 settembre, l’Italia giocherà in trasferta alla ‘Johan Cruijff’ ArenA di Amsterdam contro l’Olanda. Sarà per gli Azzurri l’undicesima volta nella capitale olandese dove, oltre ai cinque confronti con la selezione dei Paesi Bassi (2 vittorie e 3 pareggi), si contano anche le cinque gare disputate nelle Olimpiadi del 1928, chiuse con la medaglia di bronzo (4 vittorie, 4 pareggi e 1 sconfitta).

Seguiranno tre impegni nel mese di ottobre. Si partirà col match amichevole contro la Moldova, fissato mercoledì 7 allo stadio “Ennio Tardini” di Parma, dove gli Azzurri di Mancini rifilarono 6 reti al Liechtenstein nel marzo 2019. Per l’Italia sarà l’ottava partita nella città emiliana: finora 6 vittorie e un ko (con la Francia nel 2012). Questo incontro sarà il prologo agli altri due match valevoli per la UNL, quello di Danzica contro la Polonia, in calendario domenica 11 alla ‘Energa Arena’ e nuovamente quello contro l’Olanda, stavolta in programma mercoledì 14 allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano che, così, potrà celebrare gli Azzurri nel 110° anniversario del loro esordio all’Arena Civica. Nelle 58 gare disputate nel capoluogo lombardo l’Italia ha affrontato 23 avversarie (due volte in amichevole l’Olanda, con due successi nel 1928 e nel 1979 per 3-2 e 3-0), con uno score di 37 vittorie, 18 pareggi e 2 sconfitte e una media di 2.24 punti a partita (130 punti in 58 gare). Gli Azzurri non perdono a Milano da 95 anni, e sono imbattuti nelle 45 gare disputate nello Stadio di San Siro, poi “Giuseppe Meazza”.

Novembre sarà il mese del trittico che chiuderà il 2020 della Nazionale. Gli Azzurri, per la prima volta nei loro 110 anni di storia, saranno di scena a Benevento, mercoledì 11, dove, allo stadio comunale ‘Ciro Vigorito’, ospiteranno l’Estonia per un incontro amichevole.

Si giocherà invece allo Stadio Olimpico di Roma la gara di Nations League di domenica 15 tra Italia e Polonia. Se, come detto, la città campana si prepara ad accogliere per la prima volta gli Azzurri, la Capitale è quella che ha ospitato più volte la Nazionale nella propria storia: sono infatti 59 gli incontri disputati a Roma (bilancio di 35 vittorie, 17 pareggi e 7 sconfitte), dove l’Italia scenderà in campo per la 60ª volta a poco più di un anno di distanza dal successo con la Grecia (2-0, gol di Jorginho e Bernardeschi), che valse l’aritmetica qualificazione a EURO 2020. Nella speciale classifica delle città che hanno ospitato più incontri della Nazionale, Roma tornerà quindi a superare di una lunghezza Milano, appena dopo l’aggancio in vetta in procinto di essere effettuato ad ottobre dalla metropoli lombarda.

Tutti gli 8 incontri avranno il calcio d’inizio fissato alle ore 20:45.

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui