Bergamo: l’ospedale Papa Giovanni raddoppia la diagnostica tamponi covid grazie a ”Panther”

0
337
BERGAMO, 1 settembre 2020-All’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, grazie alle donazioni raccolte durante l’emergenza, la lotta al Covid si arricchisce di una nuova strumentazione, “Panther”, che consente di eseguire fino a 1000 tamponi al giorno. L’innovativo sistema raddoppia la potenzialità diagnostica della struttura ospedaliera bergamasca rispetto al precedente metodo di processazione, implementando di 600 tamponi il tetto giornaliero di test effettuati.
Il nuovo strumento va ad aggiungersi alle tre differenti piattaforme per l’attività di diagnosi di infezione da SARS-CoV-2 già presenti al Papa Giovanni XXIII, che continueranno a ricoprire un ruolo significativo. Si ricorda che in totale, da marzo ad oggi nei laboratori dell’Ospedale di Bergamo sono stati processati oltre 62 mila tamponi ed eseguiti più di 28 mila test sierologici. Numeri che, grazie all’adozione di Panther, sono destinati a crescere.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui