Post discriminatorio contro immigrati: consigliere regionale Usuelli (Più Europa-Radicali) chiede dimissioni assessore Piani

0
267

MILANO, 15 ottobre 2020-Regione Lombardia, Usuelli (Più Europa-Radicali) chiede le dimissioni di Silvia Piani, assessore alle Pari Opportunità, dopo post razzista su Facebook: “Piani è assessore completamente sotto standard. Le pago io la multa, la gita in barca e anche una ricarica del telefonino”

“Con tutte le cose che abbiamo da fare, mi scoccia sprecare il mio tempo per chiedere le necessarie dimissioni di Silvia Piani, assessore alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità della Giunta Fontana. È pure infermiera, una vergogna per la sua categoria. Spiace sia una donna, ma dopo quasi tre anni di lavoro completamente sottostandard è giunto il tempo che si dimetta”, ha dichiarato Michele Usuelli, consigliere regionale di Più Europa-Radicali in Lombardia. 

L’annuncio arriva in seguito alla condivisione dell’assessore Piani di un post squisitamente discriminatorio su Facebook, in cui alla foto di un barcone viene associata la scritta: “Dimentichi la mascherina 1000 euro di multa, arrivi col barcone: vitto, alloggio e ricarica telefonica”. 

“Dimentichi la mascherina? La pandemia è con noi da 8 mesi a ricordarcela. Ma soprattutto affermazioni simili da parte di un assessore alle Pari opportunità sono irricevibili. Politiche per la famiglia, poi? Nulla ha fatto né detto sulla gestione Covid a scuola, su come aiutare i giovani a non infettare i loro cari anziani. Nulla ha detto sui vaccini. Nulla dice e nulla fa. Invece si dedica a fare dichiarazioni razziste e stupide con paragoni che non hanno senso e avvelenano il clima in un momento in cui si dovrebbe lavorare insieme, maggioranza ed opposizioni, a Roma come in Lombardia, per il bene delle persone. Se ne vada, è necessario ed urgente, è completamente in barca”, ha concluso Usuelli. 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui