Varese, gli accompagnatori non possono accedere in ospedale nè sostare al Pronto Soccorso

0
268
VARESE,15 ottobre 2020-Alla luce del DPCM del 13 ottobre scorso e dell’aggravarsi della situazione sanitaria che vede un aumento repentino non solo dei soggetti positivi al Sars CoV 2 ma dei ricoveri ospedalieri per patologie connesse al virus, l’Azienda Sanitaria dei Sette Laghi ribadisce la necessità assoluta di attenersi alle disposizioni di accesso alle proprie strutture stabilite dalla DGR 3115 del 7 maggio 2020 e tutt’ora in vigore.
Il DCPM del 13 ottobre stabilisce esplicitamente all’art 6 comma aa) “E’ fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nella sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione dei pronto soccorso (DEA/PS)…” Si rinnova dunque l’invito ad allontanarsi prima possibile dal PS. Tale prescrizione vale ovviamente per tutti i presidi ospedalieri dotati di pronto soccorso.
Per attese brevi come è noto è stata approntata dalla Sezione ANA di Varese una struttura

Prescrizioni per accesso in ospedale

provvisoria all’esterno della Hall Centrale dell’Ospedale del Circolo. Tale struttura sarà sostituita a breve da altra più confortevole.

L’ASST Settelaghi confida nella collaborazione di tutti gli utenti e nel rispetto tassativo di tutte le disposizioni per ridurre al minimo i rischi per se stessi e il personale sanitario.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui