Alla Salvemini di Varese iniziate vaccinazioni antinfluenzali ad anziani e pazienti fragili.

0
328

VARESE, 1 novembre 2020- di GIANNI BERALDO- Dalle parole ai fatti. In questo periodo di grande difficoltá a livello di emergenza sanitaria con i varesini chiamati a nuove responsabilítá e sacrifici visto l’elevato numero di contagi, l’amministrazione comunale questa mattina ha dato un altro segnale importante a livello di attenzione alla salute.

Alla scuola Salvemini infatti sono iniziate le prime vaccinazioni antinfluenzali riservate alle persone anziane e pazienti fragili, reso possbile anche grazie alla disponibilitá di 20 medici di base che si stanno adoperando per tale importante profilassi.

Vaccino che quest’anno svolge la duplice funzione: come profilassi antinfluenzale ma pure come segnale importante nella lotta preventiva al Covid, differenziandone in tal modo la sintomatologia  tra influenza ”tradizionale” e virus Covid Sars-2 per il quale a oggi non esiste ancora vaccino.

«Un servizio che abbiamo voluto mettere a disposizione insieme ad Ats e medici di medicina generale della cittá’, oltre a venti medici che hanno deciso di venire qui alla Salvemini, lasciata libera per queste operazioni, contribuendo a vaccinare le persone», sottolinea il sindaco Davide Galimberti che questa mattina si é recato sul luogo a vedere personalmente lo svolgimento dell’attivitá preventiva.

«In attesa di avere quanto prima un numero signiificativo di vaccini, l’obiettivo é quello di vaccinare il maggior numero di persone che ne hanno effettivamente necessitá. Invito quindi soprattutto gli anziani a prendere contatto con il vostro medico e venite a vaccinarvi», conclude il Primo Cittadino di Varese.

direttore@varese7press.it

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui