Varese sconfitto 5 a 2 ad Appiano: la dura legge del gol punisce i Mastini

0
299

VARESE, 1 novembre 2020-Sconfitta dei Mastini sul ghiaccio altoatesino per 5 a 2, con le reti dei padroni di casa arrivate immediatamente dopo le clamorose occasioni giallonere, spentesi tra i guantoni di Paller. Prima i Mastini avrebbero potuto allungare il vaantaggio, poi trovare il pareggio, poi rientrare in partita. La dura legge del gol è stata però impietosa.

Con le assenze di Francis Drolet, Raimondi, M. Mazzacane e Andreoni, i Mastini si presentano ad Appiano con un roster comunque agguerrito e pronto a dare battaglia. Le intenzioni si colgono fin dall’inizio: i primi dieci minuti sono un dominio assoluto della formazione giallonera. Dopo un paio di ottimi interventi di Paller, il Varese al minuto 8’20” passa sfruttando una situazione di superiorità numerica, grazie alla conclusione di Re che riceve da Schina e M. Borghi. La gioia non dura molto perchè quando i numeri sul ghiaccio si invertono, col 5 contro 4 a favore dei Pirati, questi impattano con il nuovo acquisto Vallerand che lascia Tura di stucco. Prima del termine del drittel è Schina a trovare il vantaggio per gli ospiti.

Il secondo tempo inizia senza Di Vincenzo, rimasto negli spogliatoi per un infortunio al ginocchio. L’Appiano prova a spingere con un po’ più di convinzione, ma è il Varese ad andare vicinissimo al tris con Privitera, se non fosse per un superlativo Paller che col gambale allontana il pericolo cancellando la gioia del gol al varesino.

I Pirati trovano il pareggio con Mair al minuto 28 con una bella azione che aggira la gabbia di Tura, puck che gli passa davanti senza che nessun giallonero riesca ad intervenire e il più lesto di tutti è proprio il giocatore altoatesino che insacca.

I gialloneri riprendono il gioco con immediatezza, mandando Piroso verso la gabbia avversaria, ma la bella conclusione del numero 55 varesino si infrange sul palo a portiere battuto.

La dura legge del gol punisce la formazione giallonera: gol sbagliato, gol subito. Von Payr sigla indisturbato la marcatura con un’azione molto simile a quella sviluppasi pochi istanti prima, spiazzando Tura. I Mastini sono un po’ fuori fase e cadono in due penalità che costringono la squadra in 3 contro 5, ma la difesa è ottima. I Mastini da qui migliorano sensibilmente e crescono di ritmo e di idee. Al minuto 37, invece, l’occasione della doppia superiorità sul ghiaccio è a favore dei gialloneri, che però non riescono a incidere, pur trovando continuità di gioco nel terzo d’attacco. Paller diventa protagonista bloccando il puck in più di un’occasione.

Nel terzo drittel passano poco meno di 90” e il poker gialloblu è timbrato da Galimberti.

L’Appiano appare un po’ in affanno in quanto ha speso molto per ribaltare il match, ma i Mastini non sanno approfittarne, nemmeno quando M. Borghi si presenta tutto solo davanti a Paller facendosi parare il tiro. I Mastini non marcano nemmeno nel powerplay successivo e qui si spengono le speranze varesine, anche perchè i gialloneri cadono in alcune penalità di troppo in rapida sequenza. Nonostante questo, l’occasione è ancora molto ghiotta in doppia inferiorità con M. Borghi che replica l’azione precedente e davanti al portiere non riesce ad insaccare. Sul ribaltamento di fronte Schina appare impreciso nella chiusura e gli avversari vanno a concludere: Tura perde il bastone e nulla può sul tiro di Von Payr. Dopo diverse proteste la rete viene concessa.

Appiano Pirates – Mastini Varese    5 – 2 (1:2  2:0  2:0)

08’20” (MV) Re (M. Borghi, Schina) PP1, 12’07” (AP) Vallerand PP1, 19’10” (MV) Schina (Piroso, Vanetti), 28’13” (AP) Mair (Galimberti), 30’24” (AP) Von Payr (Tombolato, Vallerand), 41’26” (AP) Galimberti (Mair, Stauder), 56’40” (AP) Tombolato PP2

APPIANO PIRATES: 30 Paller, (29 Gaiser), 9 Dellagiacoma, 14 Morganti, 19 Unterrainer, 24 Gamper, 71 Hofer, 75 Spitaler, 95 Matonti, 6 Spoegler, 10 Tsurkan, 11 Oberrauch, 12 Mair, 17 Stauder, 55 Von Payr, 88 Galimberti, 91 Tombolato. Coach: Patrice Lefebvre

MASTINI VARESE: 65 Tura (29 Bertin), 3 Schina, 5 Re, 8 A. Bertin, 11 Papalillo, 22 E. Mazzacane, 44 De Biasio, 90 Ilic, 13 Gasparini, 16 Vanetti, 18 Cordin, 23 M. Borghi, 32 P. Borghi, 54 Gherardi, 55 Piroso, 75 Di Vincenzo, 88 Privitera, 96 Odoni. Coach: Claude Devèze

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui