Vaccino Covid: come verrá distribuito e chi sará vaccinato per primo

0
331

VARESE, 15 novembre 2020-di GIANNI BERALDO-

Se non vi é una data certa é sempre piú probabile che tra dicembre e gennaio dovrebbero essere disponibili milioni di dosi di vaccino anti Covid-19 da distribuire in tutta Italia cosí come nel resto d’Europa.

In campo non solo il vaccino prodotto dalla Ptfizer ma anche quelli prodotti da altre aziende farmaceutiche, tutto utile per avere a disposizioni in tempi brevi sempre piú dosi.

Per organizzare distribuzione e vaccinazioni il governo ha chiamato il commissario Arcuri il quale ha iniziato a individuare le linee guida da mettere in atto a breve.

DISTRIBUZIONE-In questo caso sarannno inviduati centri specifici dove conservare i vaccini che devono rimanere a temperature standard di -75/80 gradi.

«Lo ribadisco a chiarissime lettere: è un problema che è già stato affrontato e considerato preventivamente in quanto ben noto», assicura Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di Sanità.

La logistica e distribuzione specifica dipenderá dai dati forniti quotidianamente dal Ministero della Salute dando ovviamente prioritá ad aree comprendenti piú persone a rischio (soggetti fragili ad esempio).

CHI SARANNO I SOGGETTI SUBITO VACCINATI -A ricevere subito le dosi dovrebbero essere un milione e 700mila cittadini, che saranno scelti in base ad una serie di categorie individuate in funzione della loro fragilità e potenziale esposizione al virus.

Tra questi i primi saranno sicuramente tutti gli operatori sanitari partendo dalla categoria professionale piú esposta. Poi gli anziani dando prioritá a quelli ricoverati nelle rsa e soggetti piú fragili. A seguire la categoria dei malati cronici mentre i giovani sarnno vaccinati per ultimi

CHI SOMMINISTRERÁ IL VACCINO– I medici dei centri vaccinali dall’alto della loro posizione saranno chiaramente i primi ad essere coinvolti. A eseguire la somministrazione del vaccino molto probabilmente saranno poi anche i medici di base chiamati ad un’altra prova importante nella lotta anti covid.

redazione@varese7press.it

 

 

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui