Droga nascosta nella mascherina: denunciato marocchino di 26 anni

0
331
La mascherina con droga
VARESE, 19 novembre 2020-Nel pomeriggio di ieri, un equipaggio delle Volanti della Questura di Varese è intervenuto presso il supermercato di Piazzale Trento perché un cittadino marocchino di 26 anni, già noto per altri precedenti di polizia, era stato sorpreso dalla vigilanza mentre rubava merce dagli scaffali riservati ai generi alimentari.
Gli Agenti intervenuti constatavano, effettivamente, che lo straniero aveva oltrepassato le casse del supermercato senza pagare parte della merce prelevata, nello specifico una confezione di mazzancolle e una di insalata.
L’attenzione degli operatori, però, oltre che per la merce rubata, è stata attirata per uno strano rigonfiamento della mascherina anticovid indossata, con diligenza, dal marocchino. Invitato a toglierla al fine di verificare quella strana sporgenza, lo stesso, inizialmente si rifiutava perché a suo dire timoroso per un eventuale contagio.
In considerazione di quella rimostranza uno degli Agenti gli consegnava una mascherina chirurgica invitandolo nuovamente a consegnare la sua, in stoffa.
Dopo aver tergiversato per alcuni minuti, allo straniero non è rimasto altro da fare che ottemperare alle richieste dei Poliziotti che, come sospettavano, scoprivano che all’interno della mascherina di stoffa nera era cucito un secondo strato che fungeva da tasca, dove erano occultate diverse dosi di hascish pronte per essere spacciate. La successiva perquisizione operata a suo carico ha permesso di rinvenire, inoltre, una piccola somma in denaro contante, suddivisa in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività illecita fino a quel momento compiuta.
La mascherina artigianale, la sostanza stupefacente ed il denaro venivano, quindi, sottoposti a sequestro penale.
Lo stesso risultava, inoltre, inottemperante ad un precedente provvedimento espulsivo del Questore di Varese e veniva quindi denunciato, oltre che per i reati di furto aggravato e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, anche per la violazione della normativa sugli stranieri.
La voglia di mazzancolle e di insalata al ventiseienne marocchino è costata una denuncia per tre diversi reati all’Autorità Giudiziaria.
.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui