Fondazione Cariplo: nascono i fondi per contrastare la povertà

0
612

VARESE, 3 dicembre 2020-Ogni Fondazione istituirà un Fondo povertà che potrà essere implementato con proprie risorse e con donazioni raccolte dal territorio, coinvolgendo la comunità di riferimento. Tali Fondi saranno utilizzati per far fronte a necessità e urgenze del territorio sostenendo reti già esistenti e per attivare collaborazioni con soggetti del territorio in modo da affrontare il problema in modo integrato e coordinato, evitando sovrapposizioni.

La scommessa di Fondazione Cariplo e Fondazione Peppino Vismara è che grazie al pluriennale lavoro delle Fondazioni di Comunità sul territorio sia più facile arrivare ai bisogni concreti della comunità, creare sinergie con gli enti locali e sostenere gli interventi più urgenti, che integrino i provvedimenti messi in campo da Stato, Regione e Comuni.

Infatti, attraverso i Fondi potranno essere sostenuti progetti presentanti da reti di soggetti non profit che dimostrino di essere complementari rispetto a servizi già esistenti sul territorio, in particolare con quelli promossi dagli enti territoriali.

Andrea Mascetti

Giovanni Fosti, Presidente Fondazione Cariplo: “In questo periodo la povertà sta crescendo, e stanno emergendo molti tipi di povertà: alimentare, digitale, energetica, culturale, tutte situazioni in cui le persone sperimentano l’impossibilità di accedere ad aspetti fondamentali per la loro vita. È un problema che riguarda tutti: perché si tratta di un’ingiustizia inaccettabile, che aumenta le distanze tra le persone oggi e le amplifica nel futuro, e perché per crescere come paese abbiamo bisogno di comunità forti che sappiano prendersi cura dei più fragili. Fondazione Cariplo e le Fondazioni di Comunità hanno avviato una raccolta fondi perché contrastare la povertà è una priorità attorno alla quale dobbiamo unire le forze per costruire le condizioni del nostro futuro.”

“Come Fondazione di Comunità – dice il Presidente di Fondazione Comunitaria del Varesotto, Maurizio Ampollini – aderiamo a questa iniziativa con piena consapevolezza dell’urgenza e della complessità della situazione. Proprio in virtù di questa complessità crediamo di dover mettere in campo diverse azioni e strumenti, con l’unico obiettivo di contrastare le povertà emergenti. Per questo, tra le leve che utilizzeremo a questo fine, ci sarà anche quella dei Fondi di garanzia del micro credito che sono una nostra specificità territoriale finalizzata a sostenere la tenuta socio economica di famiglie a rischio di povertà o in stato di forte disagio sociale”.

“Abbiamo una grande responsabilità. Questo è il momento di agire. Come a marzo quando l’emergenza erano le dotazioni sanitarie insufficienti, oggi l’emergenza è il sostegno alle persone in difficoltà economica. Siamo convinti che le comunità locali sapranno raccogliere questo impegno al fianco della fondazione; qui conosciamo i problemi e conosciamo le persone che hanno bisogno. Solo una fitta rete di solidarietà può rispondere alle richieste di aiuto di queste persone. Sarà un Natale diverso, in cui dobbiamo mostrare tutto il senso che esso rappresenta” hanno commentato i commissari varesini all’interno della Commissione Centrale di Beneficenza Andrea Mascetti, Coordinatore della commissione Arte e Cultura, Giuseppe Banfi, Elisa Fagnani, Sarah Maestri. 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui