Lega e centrodestra varesino compatti per Maroni candidato sindaco: riunione a Varese per discutere di alleanze e programmi

0
512
La riunione del centrodestra varesino.

VARESE, 25 gennaio 2021- di GIANNI BERALDO

Si affilano le armi per l’inizio della prossima campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative varesine, la cui data pare sempre piú incerta (si parla addirittura di farle slittare alla prossima estate).

Chi non puó permettersi di perdere tempo é la Lega che a Varese vuole riprendersi lo scranno politico piú alto, quello di sindaco ovviamente ora ad appannaggio del centrosinistra con Davide Galimberti suo principale rappresentante.

Un osso duro Galimberti, politico del Partito Democratico che pochi consocevano all’inizio mandato ma che in questi anni ha messo molta carne al fuoco, con diversi cantieri aperti nel tentativo di dare un volto nuovo e moderno alla cittá.

E di questo la Lega ne é consapevole.

Tant’é che dal cilindro come candidato sindaco é emerso nientemeno che l’ex ministro ed ex presidente di Regione Bobo Maroni.

Nome forte confermato all’unanimitá anche questa sera, durante una riunione svoltasi nell’ufficio varesino di Mirko Reto-sindaco di Casciago e nuovo coordinatore per la Lega per il Nord della provincia-che ha visto coinvolti i vari rappresentanti dei partiti della coalizione di centrodestra (Lega, FdI, Varese Ideale, Udc e FI).

Maroni nel giardino di casa durante la convalescenza

«Un incontro cordiale, tutti siamo rimasti allineatti sulla candidatura di Roberto Maroni (ancora convalescente dopo un importante ricovero al Centro Neurologico Besta, ndr)-dice il segretario cittadino leghista Cristiano Angioy- Abbiamo identificato un metodo su cui  ragionare per stilare un programma, Poi abbiamo parlato della composizione delle liste sia dei singoli partiti che quelle civiche. Tutto si é svolto in maniera serena e tranquilla».

Insomma un bel viatico collaborativo in attesa di coinvolgere piú rappresentanti possibili del cosidetto ‘civismo’, quelli a cui la politica nel senso stretto non interessa piú.

Certo, il centrodestra a Varese francamente ha forse meno carte da giocare rispetto agli avversari, ma i suoi giocatori sono esperti e quindi vi é da aspettarsi di tutto.

In realtá rimane un dubbio non da poco: Maroni dopo quanto gli é accaduto vorrá ancora mettersi in gioco per una candidatura cosí impegnativa?

Lo sapremo nelle prossime settimane.

direttore@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui