Varese, Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald e Banco Alimentare doneranno 300 pasti caldi ogni settimana

0
519
VARESE, 27 gennaio 2021 – L’iniziativa Sempre aperti a donare arriva nella provincia di Varese e a Legnano, dove McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald doneranno 300 pasti caldi ogni settimana, fino a marzo a diverse strutture caritative e associazioni del territorio convenzionate con Banco Alimentare Lombardia e che offrono accoglienza a persone e famiglie in difficoltà.
Fra i ristoranti presenti nella provincia di Varese, i ristoranti McDonald’s di Via Galileo Galilei a Busto Arsizio, di Via Busto Fagnano a Olgiate Olona, di Viale Milano a Gallarate e di Viale Cadorna a Legnano, saranno coinvolti da vicino nel progetto. I team di lavoro dei ristoranti si occuperanno della preparazione dei primi 258 pasti alla settimana, ritirati e distribuiti insieme a Banco Alimentare Lombardia da diverse strutture e associazioni del territorio: La Chiave d’oro Onlus, Progetto Pollicino Onlus, La Società Cooperativa Sociale L’Abbraccio, il Convento Frati Minori a Busto Arsizio; La casa del Sorriso a Olgiate Olona; Fondazione Exodus a Gallarate e Caritas S. Magi a Legnano.
Nelle prossime settimane si aggiungeranno altri ristoranti e strutture caritative per arrivare a un totale di 300 pasti distribuiti ogni settimana dai McDonald’s.

 Le donazioni nella provincia di Varese, che conta 11 ristoranti, e a Legnano, fanno parte del progetto Sempre aperti a donare, lanciato da McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald. Con la volontà di dare conforto anche oltre il periodo natalizio, l’iniziativa prevede la donazione di 100.000 pasti caldi che verranno distribuiti insieme a Banco Alimentare entro la fine di marzo alle strutture di accoglienza che ospitano famiglie e persone fragili in diverse città italiane.

 Questa iniziativa conferma e consolida l’impegno che lega McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald al Paese e alle comunità locali con l’obiettivo di contribuire ad alimentare il circolo virtuoso generato dalle associazioni benefiche con cui collabora, specie nel difficile momento che stiamo attraversando, segnato dall’emergenza Covid.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui