A Varese apre lo sportello per le vittime dei reati: spazio rivolto a vittime di bullismo e cyberbullismo

0
591

VARESE, 5 marzo 2021-Nasce lo sportello per le vittime dei reati, all’interno del progetto di giustizia riparativaIn-contro”: uno spazio rivolto alle vittime di bullismo, cyberbullismo e in generale chi subisce qualsiasi forma di reato, offrendo uno spazio di ascolto, gratuito e riservato, con il supporto di un educatore professionista. Il percorso prevede tra i quattro e i cinque incontri che possono concludersi poi in una fase successiva con la psicologa dello sportello.

Il servizio apre anche alla possibilità di attivare una mediazione penale, a carattere riparativo, tra vittima e autore del reato.

Il progetto, di cui è capofila il Comune di Varese, è in partenariato con Cooperativa Lotta Contro L’Emarginazione, che gestisce lo Sportello, e Fondazione Enaip. La sede dello Sportello è a Varese in via Giuseppe Vincenzo Walder 47. Vista la contingenza sanitaria, i colloqui saranno solo previo appuntamento telefonico. Il progetto recepisce la Direttiva 2012/29/UE, con cui l’Unione Europea si è impegnata nella protezione delle vittime di reato e nell’istituzione per gli Stati membri di norme di assistenza in tale sfera.

«Con l’attivazione di questo servizio – spiega Roberto Molinari, assessore ai Servizi Sociali – intendiamo offrire per la cittadinanza uno spazio che possa essere di supporto alle persone vittime di reato, attraverso un percorso educativo e psicologico che non li faccia sentire soli. Una modalità innovativa per provare a riparare ad un danno subito».

«Lo sportello farà da raccordo tra le associazioni presenti sul territorio che si occupano di vittime, costruendo azioni in modo coordinato – racconta Sonia Caronni, di Cooperativa Lotta contro L’Emarginazione – con l’obiettivo di dare voce alle vittime e colmare il vuoto legislativo sulla considerazione della vittima nel processo penale, senza creare intromissioni con con l’iter giudiziario, ma con l’intento dare riconoscimento al ruolo di vittima».

La sede del nuovo sportello è in via Giuseppe Vincenzo Walder 47 a Varese. Data la contingenza sanitaria, i colloqui presso lo sportello saranno previo appuntamento telefonico, contattando la Dr.ssa Arianna Novello al numero 338 6198570, con la possibilità di effettuare colloqui in videochiamata, tramite Whatsapp o altre piattaforme.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui