Inaugurato Centro vaccinale alla Schiranna alla presenza del ministro Guerini. Previste 2500 vaccinazioni al giorno

0
300
L'interno del centro vaccinale della Schiranna

VARESE, 3 aprile 2021- di GIANNI BERALDO-

Venti linee vaccinali e 2500 vaccinazioni al giorno, questo alcuni numeri del centro vaccinale installato dall’Esercito circa un mese fa ma ufficialmente attivo a partire da questa mattina, dopo la sicurezza delle dosi sufficienti di vaccino.

Questi alcuni numeri del grande hub della Schiranna predisposto nell’area parcheggio sterrato e dedicato al varesino  Giuseppe Zamberletti (ideatore della Protezione Civile)composto da diverse tensostrutture dedicate a punti vaccinali ma pure con una tenda “’relax”’ comprendente macchinette per caffè, bibite e brioche.

Area post vaccinazione alla Schiranna

Le prime persone ultra 80enni si sono presentati questa mattina alle 8 le ultime vaccinazioni della giornata si chiuderanno alle 20. Così tutti i giorni fin quando saranno vaccinate tutte le fasce di età della popolazione , quella che si saranno prenotate attraverso il nuovo portale e app avviato dal 1 aprile dalle Poste Italiane in sostituzione del fallimentare sistema ideato dalla regionale Aria

Una bella mattinata di sole ha accolto i vaccinandi, mentre sullo sfondo, sul lago di Varese, si intravedevano i vari equipaggi di canottaggio in allenamento in vista dei prossimi Campionati europei che avranno luogo alla Schiranna a partire dal 9 aprile.

Una organizzazione efficiente quella messa in moto dalla all’Asst Settelaghi con medici, infermieri e altro personale sanitario dedicato alle vaccinazioni. Con loro molti medici volontari che hanno risposto all’appello (a oggi 150) così come notevole indispensabile il supporto dei volontari, del personale della Cri e Protezione Civile: ognuno di loro ovviamente con compiti specifici.

Fontana, ministro Guerini e Alfieri

Giornata perfetta resa tale anche dalla presenza di molte autorità, tra cui il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini «Qui oggi si vuole dimostrare il grande sforzo comune messo in atto per questa importante sfida, per questa battaglia»-dice il Ministro durante il suo intervento aggiungendo- Io sono di Lodi e so quanto questo territorio abbia sofferto

Il Ministro Guerini durante il suo intervento

con la perdita di moltissime persone. Ho un ricordo indelebile di quando, l’anno scorso dopo una drammatica riunione in Regione Lombardia per il paziente zero, tornando a casa sentivi solo le sirene delle ambulanze poi il silenzio. Per questo dobbiamo vincere a tutti costi questa battaglia e ce la faremo sicuramente anche grazie all’efficacia di strutture e personale come questa di Varese dove gli uomini dell’Esercito stanno dimostrando tutto il loro valore». Il Ministro della Difesa nonb poteva esimersi da non citare, seppur indirettamente, il caso Biot ufficiale della Marina che ha venduto segreti di Stato a spie russe «Le Forze Armate rappresentano il meglio di questo Paese, poi se qualcuno sbaglia é giusto che debba pagare».

«Oggi è una giornata importante per la città e per la provincia – ha detto invece il Sindaco di Varese Davide Galimberti – oggi si avvia la campagna vaccinale di massa, anche grazie all’arrivo di nuovi vaccini. La campagna così può proseguire spedita nel nuovo hub della Schiranna, insieme ad altri punti nella provincia come Malpensa Fiere e Rancio

L’intervento del sindaco Galimberti

Valcuvia. Poter accelerare con i vaccini per il maggior numero di persone è il modo più rapido per tornare alla normalità: questa infatti è la miglior forma di ristoro. Per poter far questo si è creata una bella sinergia tra tutti gli enti e istituzioni, l’esercito, e la presenza del Ministro Guerini ne è una testimonianza, la Regione Lombardia, le autonomie locali, le forze dell’ordine, la Protezione civile, ATS, ASST e tutti i volontari»

Durante la visita all’interno della tensostruttura si respirava un clima di serenità e fiducia da parte degli anziani vaccinandi, molti dei quali accompagnati da parenti.

Tutti loro, accompagnatori compresi, monitorati all’ingresso con rilevazione temperatura e controllo prenotazione.

In attesa del proprio turno anche una signora più giovane (probabilmente di qualche categoria particolare per le quali si attiva prima la vaccinazione), la signora Rosangela di Daverio in attesa seduta al sole leggendo un libro «Devo dire che tutto è stato efficiente e veloce. Dalla prenotazione è trascorso solo qualche giorno e oggi eccomi qui felice di questa opportunità»

Uno degli i ngressi all’Hub vaccinale della Schiranna

Davvero molto funzionale questa struttura, con stradine numerate che indicano il percorso da seguire fino alla tensotruttura di riferimento, poi il sorriso accogliente del personale a rassicurare i vaccinandi, tutti soddisfatti una volta effettuata la loro prima dose (richiamo dopo 21 giorni) seduti nella ampia tensostruttura riservata alla fase post vaccinale per 15 minuti tempo necessario per verificare eventuale reazione, sotto osservazione del personale medico.

Tra le autorità Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, il Sindaco di Varese, Davide Galimberti, Guido Bertolaso, il presidente della Provincia Emanuele Antonelli, il direttore generale di ASST Settelaghi Gianni Bonelli così come alcuni consiglieri regionali o parlamentari come il senatore Alessandro Alfieri, i parlamentari Matteo Bianchi e Maria Chiara Gadda e altri rappresentanti di autorità militari e civili.

direttore@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui