Confesercenti Varese incontra sindaco e Prefetto: “Aiutateci, la situazione è insostenibile”

0
411
L'incontro con il sindaco Galimberti e assessore Perusin

VARESE, 7 aprile 2021-Si sono svolti oggi due incontri importanti per Confesercenti come da programma Nazionale.
Tutte le Confesercenti lombarde e di tutt’Italia, hanno incontrato i Prefetti ed i Sindaci delle
città capoluogo.
Il Presidente Regionale, Gianni Rebecchi, con una delegazione lombarda ha incontrato nel
pomeriggio di oggi il Governatore della Lombardia, Attilio Fontana, e l’Assessore allo
Sviluppo economico, Guido Guidesi.
Anche la Confesercenti di Varese è stata ricevuta questa mattina dal sindaco Davide  Galimberti.
Una delegazione Varesina ha presentato le istanze e le richieste che la Confesercenti
Nazionale ha presentato in queste ore al Governo.
“Condividiamo in pieno l’iniziativa che viene dal mondo del commercio e delle
imprese – dichiarano il Sindaco di Varese Davide Galimberti e l’Assessore alle Attività Produttive Ivana Perusin – Per sostenere il sistema produttivo e poter avviare una ripresa servono sostegni adeguati a rispondere alle reali necessità del mondo
produttivo, ed i vari decreti ristori hanno in parte attenuato l’impatto devastante, oltre
a una data certa sulle riaperture. Ora senza indugi è infatti arrivato il momento di
ridare impulso alle attività, di pari passo con il procedere spedito della campagna
vaccinale, che è l’imprescindibile traguardo per garantire una riapertura definitiva e
dare così la miglior forma di ristoro possibile alle aziende ed alle attività fortemente
compromesse dalle chiusure”.

L’incontro con il prefetto Caputo

Nel primo pomeriggio si è svolto l’incontro con il Prefetto di Varese Dario Caputo al quale sono state sottoposte le richieste unitarie che la Presidente Nazionale Confesercenti De Luise ha fatto pervenire al Premier Draghi e al Presidente Mattarella.
“Preso atto delle motivazioni dell’iniziativa e delle richieste formulate, il Prefetto ha
confermato l’attenzione ai problemi prospettati, impegnandosi a riferire nelle
competenti sedi governative per segnalare, in particolare, le preoccupazioni e le
istanze di Confesercenti Varese e dei suoi Associati. Il Prefetto ha anche espresso
apprezzamento per le modalità civili e rispettose con le quali, pur nella grande
difficoltà del momento, gli esercenti varesini hanno inteso richiamare l’attenzione di
tutti sulla situazione in atto, raccomandando di mantenere alta la vigilanza e la
collaborazione con le Istituzioni per scongiurare qualsiasi tentativo sia di strumentalizzazione delle iniziative, per fomentare lo scontro sociale, sia di
infiltrazione delle organizzazioni criminose nel tessuto economico della provincia”.
“Abbiamo chiesto al Sindaco ed al Prefetto di farsi portavoce al Governo delle Istanze
Confesercenti – commenta il Presidente Christian Spada – La situazione oggi, come
manifestata in questi giorni, non è più sostenibile”.
L’obiettivo della manifestazione indetta da Confesercenti è dare voce, attraverso iniziative
in tutte le Regioni italiane, alle necessità e alle richieste delle attività del Terziario, del
Commercio, del Turismo: sostegni adeguati alle perdite realmente subite e ai costi fissi
sostenuti, credito immediato e un piano per permettere alle imprese di riaprire in sicurezza.
Ringraziamo le più alte autorità che ci stanno ascoltando e si faranno portavoce con il
Governo.
Oggi è partita la petizione online, che sarà possibile sottoscrivere sul sito
www.confesercenti.it.
Allo stesso tempo, l’Associazione ha inviato una lettera ai Parlamentari locali, ai Sindaci
ed Amministratori di tutta la provincia che stanno rispondendo, in molti, all’appello di
Confesercenti.
Una protesta “a distanza” e un’azione estesa di sensibilizzazione, per esprimere una
richiesta unanime:
“Ridateci il futuro. Noi imprese siamo il motore dell’economia e del lavoro. Solo se
ripartiamo, riparte l’Italia”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui