La Lega Giovani lancia petizione online “Erdogan dittatore, io ci metto la firma!”

0
370

MILANO, 12 aprile 2021-La Lega Giovani lancia petizione online “Erdogan dittatore, io ci metto la firma!”

 “Basta ipocrisie, chiamiamo le cose con il loro nome, appello a tutti i giovani dei movimenti politici. Oggi lanciamo una petizione online, che chiediamo di sottoscrivere ai giovani di tutti i movimenti politici italiani, contro le politiche repressive messe in atto dal dittatore turco, Erogan”.
Così Alessandro Verri, coordinatore lombardo della Lega Giovani.

“La questione del divano, e il vergognoso atteggiamento tenuto verso il Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyne, è solo l’ultima provocazione da parte di una leadership turca, prepotente e distante anni luce dalla cultura civile e democratica dell’Europa.
Con la nostra petizione intendiamo denunciare le ripetute violazioni dei diritti umani, della libertà d’espressione e dei valori democratici da parte di Ergodan.
Le cose vanno chiamate con il loro nome: Erdogan è un dittatore e l’Unione Europea deve prendere le distanze in modo marcato e senza ambiguità da una Turchia ormai sempre più islamista, che ha scelto anche di ritirarsi dalla Convenzione sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.”

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui