Folla e assembramenti oggi a Varese: la segnalazione di un lettore indignato

1
435
Assembramenti in Piazza xx settembre (foto lettore)

VARESE, 24 aprile 2021- Un nostri lettore, Bruno di Varese, ci ha telefonato inviandoci pure delle foto in merito ai diversi assembramenti verificatesi oggi a Varese (cosí come in tutte le altre cittá del Paese d’altronde).

Complice una giornata quasi estiva in effetti oggi in cittá vi era moltissima gente, con

Parecchia gente oggi tra le vie cittadine

lunghe file davanti a gelaterie e altri luoghi.

Folla pure al mercato cittadino trasferitosi recentemente in Piazza Repubblica.

Parecchia gente anche nelle vie circostanti senza curarsi troppo delle distanze.

Il lettore nello specifico ci ha indicato (e fotografato) alcuni assembramenti di giovani in piazza xx Settembre (molti senza mascherina) e aree limitrofe, avvisando una pattuglia di carabinieri che transitava in zona ma che non sono intervenuti.

Insomma la gente ha voglia di stare all’aperto, di bighellonare, di divertirsi, tutto comprensibile ma non si dovrebbero dimenticare quelle semplici regole utili a evitare contagi.

redazione@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

1 commento

  1. Buongiorno Direttore
    premetto che non sono una ristoratrice
    anche io sabato mi trovavo in zona e sono rimasta scandalizzata da tanto menefreghismo di GIOVANI che a mio avviso non hanno capito la gravità della situazione, se poi ci mettiamo le forze dell’ordine che non intervengono allora la frittata e fatta.
    Però non diamo la possibilità di riaprire anche i ristoranti al chiuso, o lasciamo chiusi nel fine settimana i negozi nei centri commerciali o non andiamo a vedere nei supermercati il flusso di persone.
    A mio avviso a questo punto dovrebbero imporre anche ai gestori dei bar di premunirsi di vigilanza privata, che controlli e faccia in modo che non accada ciò che si è verificato in piazza xx Settembre sabato pomeriggio.
    Inviterei i membri del CTS che suggeriscono le regole e i “nostri” politici che le applicano, a farsi un giro per le piazze e i luoghi delle movide cittadine per capire esattamente quale è il problema prima di lasciare nella Palta chi non ha la possibilità di avere uno spazio all’aperto per poter ricominciare a lavorare.
    Ma dimentico sempre che siamo in Italia dove tutto è il contrario di tutto e dive il Buon Senso non fa parte del nostro DNA.
    Grazie Direttore per lo spazio concessomi, complimenti per il suo giornale che seguo sempre molto volentieri .
    Cinzia R. Varese

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui