Parco Gioia a Villa Milyus, un sogno divenuto una bella realtá che aiuterá molti bambini

0
538

VARESE, 24 aprile 2021- di GIANNI BERALDO-

I numerosi bambini continuano a giocare refrattari a qualsiasi cosa li possa distogliere dal provare tutti i giochi presenti nell’area dedicata; tutto questo mentre davanti a loro numerosi rappresentanti delle istituzioni cittadine, di associazioni e altro ancora si accingevano a inaugurare Parco Gioia, primo parco inclusivo allestito nel contesto del grande e accogliente parco di Villa Milyus.

Uno dei numerosi giochi presenti al Parco Gioa

Decine di giochi coloratissimi composti da scivoli, casette, giochi musicali e varie passerelle utili a stimolare tutti i sensi, mettendo a loro agio bambini non vedenti o con difficoltá sensoriali. Un parco giochi studiato in realtá anche per tutti i bambini, anche quelli senza alcun problema.

Il taglio del nastro

Progetto nato nel 2017 dalla volontá di Anita Romeo, mamma di tre bambini di cui Maria Celeste disabile in sedia a rotelle la quale, accompagnandoli spesso a giocare nel parco di Villa Milyus, aveva iniziato a riscontrare qualche difficoltá di accesso ai giochi per la bimba disabile.

A questo punto percepisce che si potrebbe e dovrebbe  fare qualcosa per mettere in condizione tutti i bambini di giocare senza problemi «Questo é un luogo inclusivo e accessibile a tutti i bambini-dice Anita-. Quando mia figlia crescendo iniziava a riscontrare difficoltá nell’accedere ai giochi ho pensato a questo progetto riscontrando qualche difficoltá a livello burocratico per i vincoli storici, ma trovando una grande disponibilitá da parte di Maria Cristina Dieci presidentessa di Asvi e con Emanuela Solimeno, donna straordinaria con la quale ora sono amica, portando avanti questo bellissimo progetto che ora si é finalmente concretizzato».

Inaugurazione avvenuta oggi con taglio del nastro ad opera di alcuni bambini compresa Maria Celeste, e non poteva essere altrimenti.

Una bella storia alla quale hanno collaborato diverse associazioni (e amministrazione comunale ovviamente) contribuendo a livello pratico ed economico. Tra queste ASBI ODV, AILA ONLUS e KIWANIS VARESE e sponsor importanti come 3 Club Lions di Varese (Prealpi, Sette Laghi e Europae Civitas) che insieme a LCIF Lions Club International Foundation  hanno permesso, con la loro donazione, di raggiungere la somma utile a completare i lavori dal costo complessivo di 200mila euro.

direttore@varese7press.it

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui