S.O.S Gaza: continua la raccolta fondi a favore della popolazione colpita dai bombardamenti

0
246

MILANO, 14 giugno 2021 – La notizia di nuovi bombardamenti nella Striscia di Gaza è stata riportata dai media di tutto il mondo. Come accaduto in passato, anche questa volta si è assistito a una preoccupante escalation di violenze da parte dell’esercito israeliano contro la popolazione palestinese, che ha portato a un triste bilancio: quasi 200 morti, tra cui donne e bambini, e più di 1500 feriti. Senza contare il dramma degli sfollati, che si attestano alla spaventosa cifra di 10.000 persone. Civili, famiglie che oggi non hanno un posto dove andare.

La violenza che, per l’ennesima volta, ha colpito Gaza, un territorio già molto fragile e martoriato, si è abbattuta sui palazzi civili, sulle sedi dei media internazionali, sulle strade che collegano le ambulanze agli ospedali e sul confine di Rafah con l’Egitto, per evitare che i feriti venissero trasportati negli ospedali egiziani. I militari israeliani, inoltre, hanno impedito ai giornalisti di entrare nella Striscia per riportare le drammatiche condizioni sanitarie in cui versava la popolazione.

Di fronte a questo scenario, non era possibile rimanere indifferenti. Per questo, l’associazione Mutuo Soccorso Milano, nata nel 2020 in piena emergenza Covid da un’iniziativa della brigata di solidarietà Lena-Modotti, ha deciso di offrire un aiuto concreto alla popolazione colpita dai bombardamenti, lanciando una campagna di raccolta fondi dedicata su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation.

Obiettivo della campagna “S.O.S Gaza” è raccogliere i fondi necessari per garantire alla popolazione palestinese che vive nel territorio della Striscia di Gaza cibo, acqua potabile, materassi e altri beni di prima necessità. La risposta delle persone all’appello lanciato da Mutuo Soccorso Milano non si è fatta attendere e, grazie alla generosità di chi ha scelto di contribuire al progetto, sono già stati raccolti quasi 13.000 euro.

Alla popolazione che sta vivendo l’inferno di Gaza, però, serve ancora aiuto: mancano appena due settimane alla chiusura della campagna su Produzioni dal Basso ed è ancora possibile conoscere e sostenere il progetto “S.O.S Gaza”: ogni contributo, piccolo o grande che sia, può fare la differenza per tante persone che, oggi, non vedono una via d’uscita alla spirale dell’odio e della violenza.

Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com/project/s-o-s-gaza/

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui