Torna la Feste delle Ciliegie: una tradizione molto sentita dai varesini

0
344
Bernasconi, Perusin e Calzavara

VARESE, 17 giugno 2021- di GIANNI BERALDO-

Ha l’aria soddisfatta l’assessore al Commercio nonché vice sindaco Ivana Perusin. Contenta nel constatare che Varese finalmente brucia le tappe ripristinando in tempi record tutte le varie tradizioni.

Quelle che fino a poche settimane per molti organizzatori parevano  una chimera, oggi invece sí é divenuta una bella realtá.

Stiamo parlando, ad esempio, della Festa delle Ciliegie, sagra molto sentita dai varesini che quest’anno si terrá domenica 20 giugno, tagliando il traguardo dei 33 anni (senza contare il mai rimpianto 2020 dove tutto si fermó).

Negli ultimi anni qualcosa é cambiato a livello di logistica, con le decine di bancarelle che da qualche anno occupano la lunga e spaziosa via Sacco, che per l’occasione si trasforma in una felice caciara di ambulanti, di gente invaghita da mille leccornie naturali, da suoni e colori: insomma da Festa delle Ciliegie.

A presentare il gradito ritorno dell’atteso appuntamento di giugno, questa mattina in sala matrimoni del Comune vi era, oltre alla giá citata assessore Perusin, anche gli organizzatori Mario Bernasconi e di Rodolfo Calzavara della famiglia famiglia dei noti calzaturieri varesini e membro della Giunta Esecutiva nazionale di Fiva – Federazione Italiana Venditori Ambulanti – di Confcommercio.

«Ovviamente siamo molto contenti che si possa rinnovare la tradizione dopo lo stop dell’anno scorso. Dall’anno scorso qualcosa é cambiato, ora ci si aiuta vicendevolmente senza pensare solo a sé stessi con egoismo», dice Calzavara.

Insomma la crisi ha compattato un intero settore senza piú invidie ma, anzi, dandosi una mano supportando le varie sagre sparse in tutta la Lombardia.

Da notare che le sagre non rientrano nella categoria degli ambulanti seppur similabili in qualche modo in termini commerciali, la differenza infatti consiste nella periodicitá degli eventi: gli ambulanti hanno situazioni stabili mentre i venditori delle sagre lavorano solo in alcune situazioni.

I banchi dei venditori a Varese saranno circa 40 di cui 8 dedicate alla vendita di ciliegie provenienti da tutta Italia. Non mancheranno altre prelibatezze culinarie cosí come per la prima volta verranno esposti macchinari per giardinaggio.

La novitá per questa 33esima edizione consiste nel coinvolgimento dei negozianti presenti in tutta la via, ai quali l’assessorato competente ha concesso uno spazio vendita all’esterno del loro esercizio commerciale per tutta la durata della manifestazione che aprirá alle 7 per concludersi alle 19.

Da ricordare che tutta la via Dandolo sará divisa da transenne centrali delimitanti le due corsie obbligatorie per accedere e defluire.

direttore@varese7press.it

 

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui