L’Associazione Nazionale Carabinieri a Varese cresce di popolaritá tra i cittadini: Roberto Leonardi rieletto presidente

0
482
Cazzola, il Colonnello Piasentin e Leonardi

VARESE, 18 giugno 2021-di GIANNI BERALDO

Chi ha indossato la divisa di Carabiniere lo rimane per sempre. Magari in forma diversa ma pur sempre onorando l’Arma. Se vogliamo quello dei carabinieri incarna in qualche modo lo spirito e il senso del dovere nei confronti del Paese tipico anche degli Alpini seppur, ovviamente, con caratteristiche diverse.

Ma il senso civico e altruistico rimane simile.

Tutto questo é ben identificato nell’operato dell’Associazione Nazionale Carabinieri con sede provinciale nella bellissima location di via Romagnosi, vicinissima a Piazza Podestá in pieno centro cittá, inaugurata nel 2018 trasferitasi dopo decenni dall’ex Caserma Garibaldi.

Vincenzo Agrifoglio

Sede dove questa mattina é stato presentato il nuovo direttivo che vede il confermatissimo Roberto Leonardi alla guida come presidente cittadino e Giorgio Stracquadanio come vice. Un appuntamento al quale non ha voluto mancare il comandante provinciale dei Carabinieri Colonnello Gianluca Piasentin, oltre alla presenza del coordinatore provinciale l’avvocato Paolo Cazzola e Vincenzo Agrifoglio presidente di Assoarma provinciale.

Insomma un parterre de roi che conferma ancora una volta la serietá di questa associazione, da qualche anno impegnata sul territorio in ambiti diversi a livello di volontariato. Crescita importante sia a livello di iscritti (170 tra soci, simpatizzanti e familiari) che di interesse da parte dei cittadini.

Soprattutto nell’ultimo quinquennio da quando la presidenza é passata nelle mani del vulcanico, pragmatico e capace Leonardi, persona che in pratica non si é mai tolto la divisa (nell’Arma ha ricoperto il ruolo di tenente durante il servizio militare) seppur oggi indossi ”solo” quella dell’Associazione.

Un grande dipinto nella sede varesina

In effetti la dinamicitá del presidente e di tutti gli associati ha dato i suoi frutti, raggiungendo tutti gli obiettivi prefissati a inizio mandato scorso (dal 2016 al 2021), con assidua partecipazione a tutti gli eventi a carattere civile, militare e religiosi del territorio, progetti sulla legalitá presentate nelle scuole, promozione eventi culturali, nuove divise per i volontari, processo di digitalizzazione oltre alla fondamentale attivitá sociale e volontariato, quest’ultima  attivitá messasi in luce soprattutto durante l’emergenza pandemica con aiuto concreto come supporto alle varie fasi di tamponi covid e assitenza nei centri vaccinali come all’hub della Schiranna ad esempio dove la loro presenza é costante e rassicurante per la popolazione.

Gli obiettivi prefissati per i prossimi 5 anni rimangono fondamentalmente identici ai precedenti ma rafforzandone alcuni punti.

Su tutti quello della interazione con i giovani facendogli scoprire il valore dell’Arma e suoi rappresentanti non solo in veste, pur importante, di tutori dell’ordine ma anche come persone in divisa, carabinieri nel caso specifico, in grado di divulgare il valore culturale di tante opere d’arte cosí come altri ambiti culturali e sociali ai quali i giovani sono chiamati in causa per definirne il loro futuro.

In tal senso ricordiamo che Leonardi é pure docente universitario, ruolo che aiuta parlando di interazione con i giovani e motivo in piú per rilanciare un progetto di alternanza scuola-lavoro per le scuole superiori suscitando interesse e entusiamo da parte dei vari dirigenti scolastici «Credo molto in questo progetto perché in realtá credo molto nei giovani. Di loro si parla spesso ma senza intraprendere azioni concrete a loro vantaggio, quindi come associazione abbiamo almeno il dovere di provarci dando loro dei messaggi, stimoli ed esempi che altrimenti non hanno da altri contesti», dice Leonardi.

Una sede quella varesina che rassicura tutta la cittadinanza, come fosse una sorta di caserma dei carabinieri a tutti gli effetti in pieno centro cittadino. Sará l’effetto della divisa, sará l’approccio rassicurante degli iscritti ma questa associazione sta crescendo anche come popolaritá. Anche su questo interviene il rieletto preidente cittadino «Siamo contenti che questo accada. Questa é una bella sede che abbiamo ristrutturato autonomamente con quasi tre mesi di lavoro, grazie soprattutto a un nostro socio che gli ha dedicato molto del suo tempo a livello lavorativo. A questo punto invitiamo tutti i cittadini a visitarci con la sede aperta tutti i sabati dal mattino alla sera. Questa sede deve essere un luogo di incontro e noi siamo al servizio della gente in ogni momento».

Queste ultime parole di Leonardi conferma che un Carabiniere rimarrá per sempre tale la servizio dello Stato e dei cittadini che lo rappresentano.

direttore@varese7press.it

 

 

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui