Ferno, per il nuovo anno scolastico la novità della “Stanza sensoriale”

0
333

FERNO, 5 agosto 2021-Approvato il Piano dei Servizi Scolastici 2021-2022 di Ferno per un valore complessivo di 434.744,00 euro.

In particolare, alla scuola primaria “Monsignor Bonetta” saranno assegnati circa 115.000,00 euro; 58.000,00 euro circa verranno erogati a favore della scuola secondaria di primo grado “Benedetto Croce”, mentre il restante importo sarà destinato a finanziare le scuole dell’infanzia di Ferno e San Macario, oltre al sostegno educativo scolastico dei bambini e ragazzi che, pur residenti a Ferno, frequentano asili in altri comuni del territorio e le scuole superiori.

Il documento è stato approvato durante il consiglio comunale del 29 luglio scorso ed è stato illustrato dall’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Sarah Foti, la quale ha voluto sottolineare l’importante impegno messo in campo anche quest’anno dall’Amministrazione Comunale per coprire tutte le richieste provenienti dalla scuola. “La cifra stanziata – ha precisato l’Assessore – si riferisce ai soli interventi destinati a finanziare il diritto allo studio puramente inteso, senza tener conto di tutti gli altri finanziamenti e investimenti che il Comune riserva alla manutenzione delle strutture scolastiche per garantire scuole sicure, efficienti e all’avanguardia. Tutto questo a ulteriore conferma della cura e dell’attenzione che l’Amministrazione rivolge ai propri studenti, sin dalla più tenera età, per assicurare loro un percorso di studi stabile e performante”.

L’Assessore Foti, però, ha voluto focalizzare l’attenzione sui finanziamenti dedicati alle progettualità e, principalmente, sui 15.000,00 euro erogati per gli arredi, che renderanno possibile, tra l’altro, l’allestimento di un’aula sensoriale all’interno della primaria “Monsignor Bonetta”. Si tratta di un progetto di alta portata e molto innovativo proposto dalla scuola e dai suoi insegnanti, forti, ormai, di un’esperienza pluriennale e di studi specifici sul tema della disabilità e dei bisogni specifici speciali. Le stanze sensoriali, allestite con arredamenti e giochi che le rendono particolarmente accoglienti e rilassanti, nascono come ambienti progettati a favore di bambini affetti da particolari disabilità per ritrovare il benessere e la calma attraverso la stimolazione dei cinque sensi e l’utilizzo di tecniche di “destressamento”. L’aula sensoriale fernese è attualmente in fase di progettazione con la volontà di inaugurarla e renderla operativa già con l’inizio del nuovo anno scolastico.

Oltre alla stanza multisensoriale, tanti i progetti giunti dalla scuola sul tavolo dell’amministrazione. Dai percorsi di educazione all’affettività, all’approfondimento delle lingue straniere; dalla cura degli orti al teatro, e, ancora, “La banda in cartella”, la psicomotricità, l’avviamento allo sport, il “coding” e tanto altro. Non mancheranno nemmeno i progetti proposti e realizzati in collaborazione tra l’Amministrazione Comunale, l’Istituto Comprensivo “Benedetto Croce” e la Cooperativa Unison, tra i quali il proseguimento del percorso di legalità, il Consiglio Comunale dei Ragazzi e una serie di laboratori, da realizzarsi in orario extra-scolastico, dedicati sia allo spazio compiti sia ad attività artistico-culturali, anche allo scopo di sopperire alla povertà educativa che ha afflitto i ragazzi in questo periodo di emergenza sanitaria.

Il Piano dei Servizi Scolastici è stato approvato all’unanimità dei consiglieri.

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui