Sparatoria a Buccinasco, la Presidente della Commissione regionale Antimafia, Monica Forte “Una chiara dimostrazione di potere e impunità!”

0
223

MILANO, 11 ottobre 2021-<<Ho appreso con sconcerto della plateale e drammatica esecuzione che ha avuto luogo questa mattina a Buccinasco, in pieno giorno e in una strada del centro. È evidente come la scelta del luogo e dei tempi sia anche una dimostrazione di potere e impunità.

Benché non sia ancora chiara la matrice dell’esecuzione , è da segnalare l’impatto che un evento del genere ha su un territorio come quello del sud ovest milanese, una delle zone a più alta intensità mafiosa del nord Italia.

Sono confortata nel conoscere l’avanzata qualità delle autorità milanesi, dalla Direzione Distrettuale Antimafia, alla Prefettura alle Forze dell’Ordine, e confido pertanto che piena luce verrà fatta su un caso che necessita di risposte in tempi rapidi e che non potrà lasciare spazi a verità parziali.

Nel frattempo, mi sembra importante sottolineare una volta di più che nessuna forma di esercizio di un potere violento, oppressivo e concorrente a quello dello Stato sarà tollerato su questo territorio e che la necessità che le Istituzioni facciano la loro parte in maniera compiuta e corale sarà assolta anche dalla Commissione Regionale Antimafia senza indugi>>

Sulla vicenda è intervenuto anche il Consigliere regionale di M5S Gregorio Mammì: <<L’efferata esecuzione accaduta poco fa nel Comune di Buccinasco, lascia increduli per il gesto di estrema violenza in pieno giorno e in una strada trafficata che costeggia un laghetto sempre frequentato da nonni e bambini. A Buccinasco si sta consumando una nuova guerra in stile mafioso, un cambio di potere e un messaggio ben chiaro che doveva arrivare oggi alla luce del sole. La matrice mafiosa di questo omicidio mette ancora una volta sotto i riflettori la sicurezza di alcuni Comuni del nostro hinterland.  Le istituzioni hanno l’obbligo a non lasciare soli i sindaci e gli amministratori locali il cui lavoro è argine fondamentale nella prevenzione e nel contrasto alla criminalità organizzata. Il fronte della battaglia per la legalità>>, conclude Gregorio Mammì.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui