Caccia l’ottobre nero, sabato presidio antifascista a Busto Arsizio: banditi simboli e bandiere

0
270
BUSTO ARSIZIO, 10 novembre 2021-Si svolgerà sabato 13 novembre alle ore 17 in Via Milano il Comitato Antifascista di Busto invita al presidio cittadini e cittadine democratici ed antifascisti e le realtà che si riconoscono nei principi della Costituzione e nei valori della Resistenza quale risposta alla recrudescenza di pensieri ed azioni di matrice ed ispirazione neofascista resasi evidente nel mese appena trascorso: dall’assalto alla CGIL a Roma, all’infiltrazione in manifestazioni nelle piazze di grandi città quali Milano e Trieste e alle reiterate minacce sindacato, dalla celebrazione della marcia su Roma a Predappio al Preside che saluta romanamente i propri studenti a Bergamo, dalla diffusione in questi giorni in edicola in versione DVD di una pellicola antisemita prodotta dai nazisti nel 1940 all’attacco omofobo inneggiante Mussolini da parte di giovani contro giovanissimi a Ferrara.
Gli antifascisti dopo questo questo tetro elenco non possono astenersi dal segnalare i pessimi esempi  di chi ha ruoli politici ed istituzionali e si pone in maniera sempre troppo ambigua, quando non prossima, nei confronti di certa nefasta Storia patria e alla gravità di certa attualità: a partire dalle esternazioni disumane nei confronti delle persone fragili della Sindaca di Voghera, alla santificazione a grande statista di Mussolini operata Borghezio in diretta radiofonica nazionale, fino ai modi e ai contenuti del triste tripudio levatosi dalla destra del Parlamento di fronte all’affossamento del DDL Zan.
Tutto ciò solo in questo ottobre 2021.
CACCIA L’OTTOBRE NERO è presidio per denunciare la piega pericolosa che la società intera sta prendendo, la nostra ferma opposizione antifascista a questa deriva, e per chiedere atti concreti alle istituzioni, in primis al Comune di Busto A, che segnino in maniera precisa la differenza tra terreno democratico ispirato da Costituzione e Resistenza e il suo contrario, condannato dalla Legge e dalla Storia: gli antifascisti bustesi chiedono che il Sindaco finalmente si esprima e prenda provvedimenti circa quel candidato nella propria lista e nominato consigliere di maggioranza che all’indomani dell’assalto neofascista alla CGIL ironizzò pubblicamente su un fatto tanto grave e chiedono che le Istituzioni, in primis il Comune di Busto A,  si impegnino a che a formazioni quali Casa Pound e similari non sia dato alcun permesso di svolgere iniziative sul territorio della ns città a garanzia del suo presente democratico e a rispetto della sua Storia di Resistenza. Gli antifascisti chiedono pure, proprio perché ispirati da democrazia e partecipazione, al governo di Busto eletto dalla maggioranza dei votanti alle ultime elezioni amministrative, che non si traduca nel “uomo solo al comando” e che sia governo di e per tutta la città, quindi capace di ascoltare le diverse istanze e rendere partecipi i cittadini di scelte specie quando sono di portata enorme per il bene della collettività tutta.
All’iniziativa su questi temi  interverrà Saverio Ferrari dell’Osservatorio democratico sulle nuove destre a cui faranno seguito interventi liberi
Raccogliamo adesioni a progettoantifascistaxba@gmail.com
Partecipiamo all’iniziativa con la necessaria attenzione   alla salute di tutti.
Si è pensato di svolgere il presidio senza bandiere o simboli. Le adesioni saranno comunicate allo  svolgimento del presidio e se giungono in tempo cercheremo di pubblicarle anche prima. Grazie, il com antif Busto
Il Comitato Antifascista 
Di Busto Arsizio
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui