La vita del politico e imprenditore Librandi in un film: successo la prima a Saronno con la regia di Silighini

0
703
Antonio Librandi in sala con la moglie
SARONNO, 12 dicembre 2021-Un cinema Prealpi pieno fino all’ultimo dei 240 posti come non lo si è visto forse mai,di sicuro mai dall’inizio della pandemia,questo il primo colpo d’occhio della premiere di “Da una corsa in bicicletta” il lungometraggio per Amazon Prime che il regista saronnese Luciano Silighini Garagnani ha girato quasi interamente a Saronno e dedicato alla biografia dell’Onorevole Gianfranco Librandi partendo dal padre Domenico,comandante partigiano.
Un film molto atteso e che ha visto il pubblico rispondere in grande  all’invito di Silighini.
“Sentire il rumore scrosciante degli applausi a fine proiezione con qualche lacrima del pubblico resta la soddisfazione più grande per un regista e anche per gli attori” dichiara il regista.
La serata è iniziata con le note dell’Academy orchestra che ha accolto il pubblico su

Il regista Luciano Silighini

un lungo red carpet che terminava dinanzi ai pannelli con la locandina del film dove i fotografi hanno immortalato i presenti,tra questi molti vip cittadini come l’ex Assessore Maria Assunta Miglino,l’ex Vice Sindaco Annalisa Renoldi e il Presidente del Consiglio Comunale Pierluigi Gilli.

Il buio in sala ha visto la proiezione di un breve reportage dell’anteprima veneziana del film dove Gianfranco Librandi racconta che Silighini è riuscito a farlo piangere e ogni volta che rivede le immagini del film si commuove.
Le luci si riaccendono e Silighini torna sul palco intonando le prime note di “Bella ciao”. “Inizia così questo film dove raccontiamo la storia di due uomini che a loro modo hanno combattuto per la libertà: Domenico uno dei tanti eroi che ha permesso di farci vivere oggi nel mondo che conosciamo e Gianfranco che con coraggio e forza si è fatto carico della vita della sua famiglia e a colpi di pedali e intuizioni ha cambiato il destino della sua vita. Un vero esempio per tutti i giovani di oggi” dichiara il regista.
Il film scorre con le musiche originali di Toti Denaro tra la narrativa biografica e spazi di immagini reali del tempo avute in concessione da Rai e Istituto Luce in una sorta di diario storico dove gli spettatori presenti hanno dichiarato di sentirsi come trasportati indietro nel tempo.
Un’attrice protagonista

“Vi farò fare un viaggio nella nostra storia. Nei decenni che fanno parte della vita nostra, dei nostri padri e dei nostri nonni e li vedremo come questo piccolo bambino di 12 anni si sia formato diventando oggi uno dei più grandi imprenditori italiani e una delle poche persone che hanno tutta la mia stima e il mio affetto” chiosa Silighini.

Al cinema Prealpi è stata proiettata la versione di un’ora e venti minuti del film,quella che a gennaio andrà su Amazon Prime mentre la versione lunga di 2 ore verrà proiettata ai festival e ai mercati del cinema internazionale a partire da febbraio con Berlino dove la pellicola di Silighini verrà proiettata il 10 febbraio giorno di inizio della Berlinale con i sottotitoli in lingua inglese e con la post produzione della società Quadrio di Carola e Arcadio Cavalli.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui