Busto Arsizio, scoperto furgone contraffatto con targhe false

0
291

BUSTO ARSIZIO, 17 dicembre 2021-Nei giorni scorsi, su segnalazione di alcuni residenti, una pattuglia del Nucleo Motociclisti interveniva in via Novara per la rimozione di un veicolo in sosta vietata. Dopo alcuni accertamenti, risultava che il mezzo – un furgone Citroen intestato a una ditta del milanese – fosse anche sprovvisto della prescritta assicurazione obbligatoria. Veniva pertanto sottoposto sequestro amministrativo, per la violazione dell’art. 193 Codice della Strada.

Tuttavia, le particolarità dell’automezzo, allestito ad uso caravan, e di alcune caratteristiche esterne, facevano sorgere dei dubbi agli agenti. Pertanto, il giorno successivo, in seguito a ulteriori approfondimenti, gli operatori si accorgevano che le targhe non erano perfettamente rifrangenti, oltre che di alcune discrepanze dei caratteri del telaio, per quanto possibile scorgere dai pertugi ispettivi.

Veniva pertanto richiesto l’intervento dell’unità scientifica dell’Ufficio veicoli contraffatti e falsi documentali della Polizia Locale di Milano, al fine di acclarare le caratteristiche del veicolo e trovare riscontro ai dubbi emersi. La perizia tecnica da parte dell’unità scientifica non ha lasciato spazio ad alcuna incertezza: le targhe erano completamente fasulle, una perfetta copia di quelle originali montate su analogo veicolo intestato all’ignara ditta del milanese. Inoltre, anche il telaio, in tutte le sue parti, era stato manomesso e contraffatto per essere corrispondente a quello associato alle targhe fasulle.

Le successive indagini poste in essere dal personale del Nucleo Motociclisti, facevano emergere che l’automezzo era in realtà un caravan immatricolato in Germania e, tramite la consultazione dei terminali informatici del Ministero delle Infrastrutture – EUCARIS Germania, scoprivano che era stato rubato a San Giuliano Milanese nell’ottobre del 2021. Del fatto è stata immediatamente informata la Procura della Repubblica di Busto Arsizio, che ha assunto il coordinamento delle indagini, per i reati di falsificazione di targhe, telaio e riciclaggio.

Il costante presidio del territorio, grazie anche alle preziosissime segnalazioni dei cittadini, ha consentito non solo di scoprire l’illecito, ma permetterà anche  la restituzione del mezzo al proprietario.

La presenza sul territorio degli agenti verrà garantita e intensificata anche durante le imminenti festività natalizie.

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui