L’azienda Adidas chiude e licenzia personale in Lombardia trasferendosi in Portogallo: la Regione chiede incontro

0
688
La sede Adidas a Monza

VARESE, 17 dicembre 2021-La multinazionale tedesca Adidas, leader mondiale nell’abbigliamento e accessori sportivi, ha annunciato il licenziamento di 31 lavoratori in Italia di cui 23 nella sede amministrativa centrale di Monza. Un nuovo taglio che rientra nel piano strategico di delocalizzazione di alcune funzioni in Portogallo attivato dal brand tedesco.

Nell’ultimo tavolo di confronto tra azienda, istituzioni e sindacati, le istituzioni hanno manifestato l’interesse ad approfondire la questione.

“Incontreremo l’azienda – dichiara l’assessore di Regione Lombardia con delega al lavoro Melania Rizzoli – anche insieme al collega e assessore allo Sviluppo Economico Guido Guidesi, su questa riorganizzazione che rischia di impoverire la principale sede della multinazionale in Italia, quella di Monza”.

“Ascolteremo l’azienda e le organizzazioni sindacali – prosegue – e nelle fasi successive gestiremo insieme al Ministero del Lavoro la procedura di legge. Siamo pronti ad intervenire, d’accordo con tutte le istituzioni del territorio, per garantire un accordo che salvaguardi i lavoratori lombardi coinvolti”.

“La Lombardia – conclude – e in particolare la Brianza, è un territorio attrattivo sia dal punto di vista occupazionale e delle professionalità espresse che dal punto di vista industriale. Riteniamo che Adidas possa e debba quindi valorizzare il quartier generale di Monza”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui