Raccolta fondi del Gsc Borsano per aiutare la Caritas: sede logistica l’Istituto Olga Fiorini

0
256

BUSTO ARSIZIO, 22 dicembre 2021 – I soci del Gsc Borsano sono abituati a pedalare e a farlo in gruppo. Così, anche in questo Natale 2021, la loro vocazione resterà praticamente la stessa, però l’energia non si svilupperà in sella alle biciclette, bensì ponendosi come protagonisti di una missione solidale nella quale l’unione faccia davvero la forza. La società ciclistica ha infatti contribuito immediatamente con una elargizione in denaro e attivato una raccolta di generi alimentari che, nel periodo festivo, aiuti la Caritas ad essere con efficacia al fianco delle tante famiglie bisognose che abitano in questo territorio.

Le cronache di questi ultimi giorni raccontano purtroppo di alcuni raid di ladri e vandali che hanno preso di mira proprio i luoghi nei quali si stanno confezionando i cesti per i poveri. Fra le realtà colpite, anche la Caritas borsanese, che pochi giorni fa ha ritrovato devastati e depredati i locali della parrocchia nei quali si stava allestendo la distribuzione benefica. Ma, appunto, la generosità non si arrende e il Gsc Borsano, come altre realtà del territorio (ad esempio l’Assb) ha deciso di mettersi in gioco, chiamando a raccolta persone e aiuti. Insomma, i principi fondanti dello sport, ancora una volta, saranno declinati in una veste solidale che calza a pennello con il sentimento che da sempre anima Rogora e gli altri componenti del team su due ruote.

Per portare a compimento l’iniziativa, il progetto troverà supporto logistico in ACOF, realtà scolastica d’eccellenza che non si tira mai indietro quando c’è bisogno di dare una mano. Oltretutto gli spazi del centro di formazione professionale in piazza Gallarini a Borsano sono comodissimi per fare da centro di raccolta delle donazioni. Tutti coloro che vorranno portare il loro contributo potranno presentarsi nella struttura che si trova di fronte alla parrocchia di Borsano dalle 8 alle 19 dei giorni 22, 23, 27, 28, 29 e 30 dicembre ma anche dalle 8.30 alle 14.30 dei giorni 3, 4, 5 e 7 gennaio 2022.

Già, perché la solidarietà non ha confini, neppure temporali; quindi, anche il nuovo anno inizierà sotto la sua luminosa stella.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui