La denuncia di Licata sindaco di Lozza: “Stiamo pagando a caro prezzo il ritardo dell’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale”

0
467
Giuseppe Licata (foto varesenews.it)

LOZZA, 11 febbraio 2022-Il Comune di Lozza, come buona parte del territorio provinciale, sta pagando in termini di sviluppo economico e sociale l’immobilismo della Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale (TPL) interprovinciale (Como, Lecco e Varese). La TPL, istituita da Regione Lombardia nel lontano 2012, ormai da troppi anni rinvia lo svolgimento della gara d’appalto che avrebbe dovuto assegnare ad unico Operatore l’organizzazione e la gestione del trasporto pubblico nella nostra provincia, dai bus urbani a quelli extraurbani, fino alle funicolari.

Tra le finalità che l’Agenzia si era posta proprio attraverso questa centralizzazione, la maggiore capillarità dei bus, collegando al meglio i piccoli comuni con i centri più grandi, e poi anche maggiore qualità ed efficienza dei trasporti, intermodalità, integrazione tariffaria, attenzione alle esigenze dei pendolari e alla promozione turistica e molti altri condivisi elementi di modernizzazione e sviluppo della mobilità locale. Di tutto ciò purtroppo ancora nulla! Allo stato attuale, prendendo il caso di Lozza, in mancanza dell’auspicata gestione unitaria del trasporto pubblico locale, il bus urbano di Varese continua a fermarsi un chilometro prima del centro di Lozza, perché lì finisce il territorio di competenza. Ovviamente il caso di Lozza è esemplificativo di una condizione diffusa in tutta la provincia, di scarsa ottimizzazione e non strategicità del trasporto pubblico locale.

Per queste ragioni, in data odierna ho scritto una lettera al Presidente dell’Agenzia interprovinciale, demandando spiegazioni a questo grave ritardo, nell’auspicio possano al più presto essere superati i problemi che frenano lo sviluppo della mobilità e quindi la crescita e la qualità della vita nel nostro territorio. Non c’è più tempo da perdere!

Giuseppe Licata sindaco Comune di Lozza

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui