Giro-E cala il poker: al via la quarta edizione con ciclisti non professionisti

0
735
Giiro E al via (Foto LaPresse/Andrea Alfano)

VARESE, 14 febbraio 2022-Il Giro-E cala il poker. Dopo l’edizione numero zero del 2018, quest’anno arriva la quarta, che scatterà dalla Sicilia il 10 maggio e si concluderà in Veneto il 29. Un giro d’Italia a pedali all’insegna della tecnologia, dell’ecologia, della mobilità sostenibile; ma soprattutto, la più bella esperienza in sella consentita a ciclisti non professionisti.

Sarà un’edizione ricca di novità e non deve sorprendere, perché il Giro-E è, quasi per definizione, frontiera e futuro. Come il Giro d’Italia, di cui è la costola. Parallelismi: esattamente un secolo fa, nel 1912 andava in scena il quarto Giro d’Italia, partenza da Milano e arrivo a Bergamo, che si svolse in sole nove tappe (il più corto nella storia del Giro) e fu il primo e unico a essere disputato a squadre. Di tappe, i ciclisti del Giro-E 2022 ne faranno il doppio, e percorreranno invece la metà dei chilometri: 1.000 contro i 2.443 dei loro “antenati”. Molta di meno sarà però la fatica, grazie ai motori elettrici alimentati dalle batterie celate nel telaio delle bici a pedalata assistita, chiamate e-road, con cui si disputa il Giro-E.

Unico evento a tappe al mondo riservato alle bici a pedalata assistita, il Giro-E è una e-bike experience che si svolge sulle strade del Giro d’Italia nei giorni del Giro d’Italia e offre ai partecipanti le emozioni della Corsa Rosa: il foglio firma alla partenza, la conquista di una delle maglie in palio, la premiazione sul podio dei campioni, una hospitality riservata all’arrivo. Oltre alla straordinaria opportunità di pedalare accanto a leggende del ciclismo, campioni di altri sport o manager appassionati di bicicletta. Un format creato da RCS Sport, lo stesso organizzatore del Giro d’Italia, che per il quarto anno vede Enel X come title sponsor.

Il Giro-E 2022 salterà, a differenza della Corsa Rosa, la partenza da Budapest e scatterà appunto dalla Sicilia, tappa numero quattro del Giro d’Italia. Da quel momento ne ricalcherà il percorso, con l’eccezione delle città di partenza. In quattro di esse ci sarà la grande novità dell’EXPO-E, una fiera della micromobilità, della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente che animerà il fine settimana a Catania, Napoli, Torino, Verona. Una declinazione naturale per un evento che fra i suoi scopi ha quello di promuovere l’utilizzo della bici elettrica nella vita quotidiana e di conseguenza ridurre il consumo di carburante di origine fossile e l’inquinamento.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui