Fondazione Arnaldo Pomodoro: una giornata di appuntamenti in occasione dell’ArtWeek 2022

0
310

MILANO,23 marzo 2022- Sabato 2 aprile la Fondazione Arnaldo Pomodoro propone in occasione dell’ArtWeek 2022, un ricco palinsesto di attività, non soltanto per promuovere il patrimonio artistico e culturale del Maestro, ma anche per confermare il proprio ruolo di osservatorio dedicato alla creatività contemporanea.

Primo appuntamento alle ore 11:30 presso lo Studio di Arnaldo Pomodoro, dove la Fondazione ospita un doppio evento su invito legato alla VI edizione del Premio Arnaldo Pomodoro per la Scultura: la proclamazione del vincitore di questa edizione seguita dal talk Cos’è scultura oggi? con Pavel Pys curatore del Walker Art Center di Minneapolis e membro del Comitato di selezione del Premio, moderato da Lorenzo Respi (Direttore di produzione della FMAV – Fondazione Modena Arti Visive) e Andrea Viliani (Direttore del Museo delle Civiltà di Roma e Responsabile e Curatore del CRRI – Centro di Ricerca Castello di Rivoli), entrambi membri del Comitato Scientifico della Fondazione.

Il talk sarà anche l’occasione per presentare il vincitore/la vincitrice del Premio, cui la Fondazione dedicherà una mostra il prossimo autunno negli spazi della GAM – Galleria d’Arte Moderna di Milano.

Il Premio Arnaldo Pomodoro per la Scultura, che in occasione della scorsa edizione è stato rinnovato nella struttura e rafforzato nella vocazione internazionale, è una delle attività dedicate dalla Fondazione ai giovani artisti “che intendono perfezionare ed estendere gli aspetti sperimentali di un nuovo lavoro sul linguaggio espressivo o intellettuale”.

Sabato 2 aprile, inoltre, la Fondazione apre gratuitamente la mostra L’inizio del tempo. Le ricerche spazialiste di Arnaldo Pomodoro, primo appuntamento del nuovo ciclo di OpenStudio, allestimenti temporanei nello Studio dell’artista che approfondiscono temi e periodi poco noti della ricerca di Arnaldo Pomodoro. Prenotando sul sito della Fondazione una delle tre fasce di visita – alle ore 14:00, 15:00 e 16:00 – sarà possibile visitare l’esposizione, che vede protagonista il grande bassorilievo L’inizio del tempo n. 2 (1958 – 230 × 270 cm), accanto a un gruppo di sculture, disegni e studi progettuali – alcuni in prestito dallo CSAC di Parma – e numerosi materiali d’archivio che raccontano il periodo di attività tra il 1957 e il 1964, fino ad arrivare alla realizzazione del Grande omaggio alla civiltà tecnologica (1960-1964 – 24 × 8 m) per la facciata dell’Università Popolare di Colonia, prima prova dell’interesse e dell’impegno sul piano architettonico e urbano dell’artista.

Tra sabato 2 e domenica 3 aprile sarà inoltre possibile visitare la Project Room di Pamela Diamante, nello spazio espositivo di Via Vigevano 9, il Labirinto di Arnaldo Pomodoro, in Via Solari 35, e partecipare ai workshop e alle visite guidate nello Studio di Arnaldo Pomodoro, in via Vigevano 3.

Stato di flusso di Pamela Diamante (Bari, 1985) è il primo appuntamento del ciclo 2022 delle Project Room, il progetto “osservatorio” dedicato dalla Fondazione ai più recenti sviluppi del panorama artistico internazionale, affidato quest’anno alle curatrici Chiara Pirozzi e Alessandra Troncone.

Stato di Flusso è un progetto inedito, un’installazione ambientale immersiva dal forte impatto percettivo, risultato di un processo relazionale innescato dall’artista con un gruppo di persone. Affiancata da professioniste nei campi del teatro e della psicoanalisi, Diamante ha invitato alcune persone a compiere un percorso di autoanalisi e di riflessione sulla propria condizione esistenziale, e ha realizzato 6 video in cui questi soggetti sono fermi, distesi ad occhi chiusi, intenti a compiere l’azione più naturale e vitale possibile: respirare.

Il Labirinto di Arnaldo Pomodoro è un environment di 170mq custodito nei sotterranei dell’ex Riva-Calzoni di Via Solari 35, un’opera ispirata all’Epopea di Gilgamesh, che rimanda ai temi della scrittura e del viaggio come metafora della vita, e che l’artista ha descritto come “un invito nei meandri di un percorso, dove il tempo è trasformato in spazio e lo spazio a sua volta diventa tempo”.

Per il weekend del 2-3 aprile, il programma di workshop e visite guidate della Fondazione prevede: visite guidate per adulti e per famiglie con bambini 4-11 anni nel Labirinto; visite libere e guidate alla mostra OpenStudio #1 nello Studio di Arnaldo Pomodoro; workshop di stampa a rilievo per adulti e per famiglie con bambini 5-11 anni nello Studio di Arnaldo Pomodoro.


PROGRAMMA:

SABATO 2 aprile

ore 11.30: TALK Cos’è scultura oggi?

segue proclamazione del vincitore della VI edizione del Premio Arnaldo Pomodoro per la Scultura

Via Vigevano 3, Milano – su invito

ore 14 / 15 / 16: tre visite gratuite a OpenStudio #1

Via Vigevano 3, Milano – ingresso gratuito prenotando il biglietto sul sito della Fondazione

ore 11-13 / 14-18: apertura straordinaria PROJECT ROOM #15 | Pamela Diamante Stato di flusso

Via Vigevano 9, Milano – ingresso libero – info sul sito della Fondazione

visite guidate per adulti nel Labirinto

Via Solari 35, Milano – orari e acquisto del biglietto sul sito della Fondazione

visite guidate per famiglie con bambini 4-11 anni nel Labirinto

Via Solari 35, Milano – orari e acquisto del biglietto sul sito della Fondazione

DOMENICA 3 aprile

ore 11-13 / 14-19: apertura straordinaria PROJECT ROOM #15 | Pamela Diamante Stato di flusso

Via Vigevano 9, Milano – ingresso libero

workshop di stampa a rilievo per adulti nello Studio di Arnaldo Pomodoro

Via Vigevano 3, Milano – orari e acquisto del biglietto sul sito della Fondazione

workshop di stampa a rilievo per famiglie con bambini 5-11 anni nello Studio di Arnaldo Pomodoro

Via Vigevano 3, Milano – orari e acquisto del biglietto sul sito della Fondazione

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui