domenica, Maggio 29, 2022
Home Mondo Prigionieri russi gambizzati da soldati ucraini: video pubblicato dal quotidiano tedesco Bild....

Prigionieri russi gambizzati da soldati ucraini: video pubblicato dal quotidiano tedesco Bild. S’indaga sulla veridicità delle immagini

0
455

VARESE, 28 marzo 2022-Militari catturati che mentre scendono da una camionetta vengono gambizzati da altri soldati. E ce ne sono diversi distesi a terra, con ferite da arma da fuoco agli arti inferiori. Sono le immagini che il notiziario online del quotidiano tedesco Bild ha mostrato nella giornata di domenica 27 marzo, denunciando che la violenza viene perpetrata dagli ucraini contro i russi resi prigionieri. “E’ un video forte – dice il giornalista che commenta le immagini – si tratta di soldati russi catturati da soldati ucraini. I russi sono ammanettati, hanno gli occhi bendati, e vengono colpiti dai soldati ucraini in modo da non poter più camminare: gli sparano nelle gambe“. E mostra la sequenza di tre soldati a cui viene riservato questo trattamento, il terzo dei quali si inginocchia ma non viene comunque risparmiato.

“Abbiamo mostrato il video completamente pixellato, solo una piccola parte, in cui si vedono 3 soldati russi. In tutto il video se ne vedono 10, tutti con ferite alle gambe”. Secondo quanto riporta il giornalista della Bild, i soldati che commettono le violenze sono ucraini e parlano russo con accento ucraino. “Se quello che abbiamo visto fosse confermato si tratterebbe di un crimine di guerra commesso dalle truppe ucraine. Il presidente Zelensky dovrebbe spiegare e questi soldati renderne conto. Sappiamo che combattono per le loro famiglie, ma un simile comportamento schifoso non è comprensibile”.
“Il governo sta prendendo (questo video, ndr) molto seriamente e ci sarà un’indagine immediata. Siamo un esercito europeo e non prendiamo in giro i nostri prigionieri. Se questo fosse vero, sarebbe un comportamento assolutamente inaccettabile”, ha detto un alto consigliere del presidente ucraino, Oleksiy Arestovych.

Sarebbe tutta una montatura però secondo il capo delle forze armate ucraine Valerii Zaluzhnyi: “Al fine di screditare le forze di difesa – afferma -, il nemico filma e distribuisce video di scena che mostrano il trattamento disumano da parte di presunti ‘soldati ucraini’ nei confronti dei ‘prigionieri russi’. Sottolineo che i militari delle forze armate ucraine e di altre legittime formazioni militari aderiscono rigorosamente alle norme del diritto umanitario internazionale”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui