Varese, bonificata l’area in Largo Flaiano per inizio lavori ma con il rischio di non avere materiale causa guerra in Ucraina

0
343
Largo Flaiano (foto Laprealpina.it)

VARESE, 26 aprile 2022-Da una guerra all’altra. Non pare vero quando si parla di lavori relativi ad ampliamenti stradali cittadini, ma invece pare sia proprio cosí. Stiamo parlando degli attesi lavori in Largo Flaiano, dove il Genio civile ha consegnato al Comune la perizia positiva al termine della bonifica per gli ordigni bellici risalenti alla seconda guerra mondiale.

La bonifica è una attività prevista per qualsiasi cantiere ma, nello specifico di questo intervento, è stata un po’ più lunga vista la conformazione della zona, la grandezza del cantiere e la presenza della ferrovia.

Ma si sfronda nuovamente in ambito bellico quando si parla di materiali da utilizzare per il cantiere.

La  guerra in corso tra Russia e Ucarina potrebbe mettere seriamente a rischio la

A rischio l’importazione di acciaio dall’Ucraina

reperibiltá di materiale ferroso, acciaio e altro ancora essenziale per la buona riuscita dei lavori. Ricordiamo infatti che l’Ucraina é uno dei principali produttori ed esportatori di acciaio a livello europeo.

Rischio finora non ancora palesatosi ma che andrá messo in preventivo se il conflitto dovesse perdurae nel tempo, rallentando di fatto pure la tempistica inerente la conclusione lavori.

Da segnalare infien che nei giorni scorsi inoltre, è anche arrivato il parere favorevole da parte di Ferrovie sullo svolgersi dei lavori in diurna e non solo in notturna. Questo documento arriva dopo un confronto tra le parti per organizzare al meglio le attività di cantiere, in modo che non interferiscano con la regolare circolazione dei treni sulla linea Varese Milano.  Durante queste fasi inoltre è già stato predisposto il semaforo che regolerà la circolazione degli autobus del trasporto urbano quando il tratto di viale Borri interessato dai lavori diventerà ad una sola corsia.

redazione@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui